Messaggero Veneto: Contro la Juve e la cabala

Messaggero Veneto: Contro la Juve e la cabala

Presentazione della gara con la Juve per il messaggero Veneto nella sua apertura:

Contro la Juve e la cabala. Gli ultimi venti anni dell’Udinese, dall’ultimo ritorno nella massima serie, nella stagione 1995-’96, sono costellati di piazzamenti di prestigio (due terzi e altrettanti quarti posti), di passaporti europei, ma il bilancio delle gare all’esordio in campionato non rispecchia i valori espressi poi nel corso delle stagioni. Con lo scoglio Juventus all’orizzonte potrebbe essere una consolazione preventiva, immaginando sventolare una bandiera bianca dal fortino di Colantuono allo Stadium. Ma, come ha ricordato nei giorni scorsi quel vecchio marpione di Giampiero Pinzi, ad agosto nel calcio le sorprese non mancano.

(…) Meglio concentrarsi sulle prime col botto. Lo stesso Zac, nella gare del ritorno in serie A contro il Cagliari, mise a segno una delle sei vittorie bianconere del turno d’inizio torneo. Cinque anni dopo ci riuscì anche De Canio, contro il Brescia, cosa che invece non capitò mai a Spalletti, nonostante gli anni vincenti in Friuli. Il suo successore, Cosmi, passò il preliminare Champions e castigò l’Empoli all’esordio, salvo poi crollare nel corso della stagione. Tra i magnifici sei anche Pasquale Marino, con l’esordio per 3-1 sul Palermo nel 2008 e Stramaccioni, lo scorso anno ancora contro l’Empoli, grazie alla doppietta di Totò nella ripresa. Manca l’ultima perla che poi è l’unica in trasferta, nel 2011, con Guidolin in panchina, a Lecce, un 2-0 firmato Basta-Di Natale.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy