Messaggero Veneto: De Canio gioca le carte per la riconferma

Messaggero Veneto: De Canio gioca le carte per la riconferma

De Canio ha la media punti più alta tra gli allenatori delle ultime tre stagioni, ha quattro gare per migliorarla e battere in volata Pioli e Maran

Commenta per primo!

Apertura sportiva del Messaggero Veneto dedicata al futuro di DE Canio dopo la salvezza virtuale conquistata.

«Siete voi che non mi tenere mai in considerazione per il futuro». Gigi De Canio sale meritatamente sul carro dei vincitori dopo aver steso la Fiorentina e dalla scarpa si toglie i sassolini che disturbano l’andatura salvezza: l’esclusione e il possibile rientro in extremis del capitano («È lui che ha chiuso la porta»), le chances di una rinnovo di contratto con l’Udinese: «Vedo che il mio nome non compare mai tra quelli che si fanno per la panchina bianconera, eppure mi sembra un allenatore questa squadra ce l’ha già». A dire il vero, l’allenatore lucano è sempre comparso nella lista dei papabili, anche se il fatto che sia stato ingaggiato con l’etichetta del “traghettatore” non l’ha mai spinto in pole position in quello che sarà il gp della prossima estate, il gran premio per la panchina bianconera. Là, come il Lewis Hamilton dei tempi migliori c’è Stefano Pioli, in uscita dalla Lazio con la quale ha un contratto fino al 30 giugno del prossimo anno, ma che l’ha silurato per fare posto a Simone Inzaghi. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy