Messaggero Veneto: «Ho il sangue caldo e mi gira la testa»

Messaggero Veneto: «Ho il sangue caldo e mi gira la testa»

Dopo il gol al Bologna, la confessione del capitano bianconero

Commenta per primo!

Apertura del Messaggero Veneto dedicata a Danilo.

«Sono umano, ho il sangue caldo, sono un brasiliano e ogni tanto mi gira la testa». La confessione Danilo l’ha firmata subito dopo il gol che ha infiammato il Friuli al 93’, giusto in tempo per accendere le candeline sulla torta dei 120 anni dell’Udinese. E sono parole che fotografano alla perfezione il giocatore brasiliano, capace di garantire un numero di presenze consecutive di tutto rispetto, ma di rovinare tutto con uno screzio con i compagni in allenamento, l’ultima volta, un paio di settimane fa, addirittura con tre compagni “azzoppati” durante una partitella in famiglia. Danilo in grado di colpire spesso nell’area avversaria, con i suoi colpi di testa – quelli sul pallone… –, ma anche di dimenticare l’avversario diretto al momento della conclusione (Ljajic contro il Torino, per esempio). Bilancio. Negli occhi dei tifosi e degli addetti ai lavori restano sempre dei flash, le ultime marachelle o le prodezze, ma bisogna dare un’attenta occhiata ai numeri per capire quanto ha dato all’Udinese finora Danilo Larangeira, o Danilo zagueiro, come lo chiamano i brasiliani, letteralmente “centrale”, per distinguerlo dagli omonimi che giostrano in altre zone del campo. Arrivato in Friuli nell’estate del 2011, la seconda dell’era Guidolin, il numero 5 bianconero si è subito calato nei panni del titolare(…)n Una vicenda che attraverso diversi gradi di giudizio arrivò a una multa di circa 23 mila euro. La beffa? Danilo già il giorno dopo si presentò da Manoel per stringergli la mano, ma l’iter era avviato. Perché è fatto così, a volte gli «gira la testa». «Ma l’importante è sempre chiedere scusa se si sbaglia»

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy