Messaggero Veneto: I Pozzo si prendono una notte di tempo

Messaggero Veneto: I Pozzo si prendono una notte di tempo

Oggi i Pozzo sceglieranno con De Canio balzato in pole nelle ultime ore. Ennesima prestazione sconcertante, la “frattura” tra squadra e pubblico detta il cambio del tecnico

Commenta per primo!

Apertura sportiva del Messaggero Veneto dedicata alla situazione in casa Udinese con Colantuono arrivato ai titoli di coda.

«Near, far, wherever you are»: il Titanic Udinese si inabissa sulle note di Celine Dion tra le onde sollevate dalla Roma, trascinando con se Stefano Colantuono. Vicino? Lontano? Il destino del tecnico di Anzio è scaduto come una scatola di Zuppa Campbell’s degli Anni 60, l’andamento della partita e le scelte operate ieri hanno confermato questa sensazione, ma i Pozzo si sono dati una notte di tempo per tirare le somme e chiudere il cerchio di tutte opzioni in mano: la corsa alla panchina bianconera si concluderà oggi e in volata Gigi De Canio pare aver sorpassato, nell’ordine, Calori e Bertotto.
(…) Quanto abbia inciso il 4-5-1 sfoderato da Colantuono lo decideranno i posteri. L’ipotesi che l’atteggiamento rinunciatario dal punto di vista tattico sia stato determinante, al pari delle scelte a livello di formazione. Perché Kuzmanovic in panchina? Perché Edenilson “ala”? Perché Di Natale solo a bordo campo per il riscaldamento, a scambiarsi buffetti e saluti con Totti? Tutte domande lecite.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy