Messaggero Veneto: Il motore bianconero può innestare il turbo

Messaggero Veneto: Il motore bianconero può innestare il turbo

Approfondimento del messaggero Veneto dedicato alla preparazione con l’intervista a Montesanto, collaboratore di Colantuono:

«L’Udinese sta complessivamente bene e i dati acquisiti sul rendimento evidenziano una crescita costante della condizione atletica, da non confondersi però con lo stato di forma. A noi infatti interessa lo stato di equilibrio che l’atleta deve garantire in maniera costante da luglio a maggio, mentre la forma fisica è tipica degli sport ad appuntamento annuale come atletica e nuoto».
Eppure l’Udinese migliore si è vista all’inizio contro Juve e Palermo, e nella ripresa col Milan, giocata a un ‘intensità mai più replicata. «Invece, solo la prima con la Juventus è stata al di sotto del ritmo campionato, mentre c’è stata crescita nelle altre, e del filotto di tre partite ravvicinate con Empoli, Milan e Bologna, la più tirata fisicamente è stata quella di Bologna, mentre col Milan i dati sulla corsa della ripresa sono stati uguali a quelli del primo tempo»
Colantuono ha detto che ora Di Natale dovrà fare gli straordinari. È in grado di sostenerli? «Per Totò contano le motivazioni, e sono sicuro che sono al 110%. Di Natale è un professionista serissimo, anima e cuore. Sta bene». Montesanto ci permetta, ma a volte i dati cozzano con quanto si percepisce a occhio nudo. L’Udinese vista col Genoa viaggia ancora a regime basso. «Non esiste nessuna correlazione tra la quantità di corsa effettuata e il risultato finale. In alcune partite in cui abbiamo corso di più abbiamo perso, come accaduto con la Lazio, dove abbiamo registrato i parametri migliori. Col Genoa le due squadre hanno corso in egual misura».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy