Messaggero Veneto: La Lazio umilia un’Udinese da B

Messaggero Veneto: La Lazio umilia un’Udinese da B

Immobile-Keita: troppo facile. Squadra inesistente e contestata dai tifosi. Capolinea Iachini

Commenta per primo!

Apertura del Messaggero Veneto sul disastro Udinese.

Tre a zero (dalla Lazio) e tutti a casa. Tutti? Probabilmente solo Beppe Iachini che pare già giunto al capolinea della sua avventura in Friuli. La sua Udinese è troppo impalpabile per non finire sul banco degli imputati di un processo che dovrebbe essere sommario visto che il campionato adesso si ferma per due settimane. Il giudice Pozzo dovrà decidere se condannare il tecnico ascolano o se tenerlo in panchina con la condizionale. Considerando la prestazione fornita ieri, la reazione dei 16 mila del Friuli e l’impegno subito dopo la sosta (in casa della Juve campione) la cacciata non viene quotata neppure dai bookmakes di Londra, zona Watford, da dove dovrebbe partire a breve una telefonata. A casa Reja o Mandorlini. Non sappiamo cosa abbia guidato Iachini nelle scelte, forse la voglia di ripetere la partita sulla Fiorentina, forse la migliore dell’Udinese in questo primo spezzone di stagione al di là del pareggio finale, ma insistere su detereminati elementi solo per la volontà di riproporre la fotocopia di quella formazione è stato il primo errore di una serata da cancellare. Prendete Ali Adnan. Lo hanno capito anche a Bagdad che non deve giocare: commette almeno un errore a partita da terzino in una difesa a quattro, si salverebbe a pelo forse da esterno sinistro in un 3-5-2, ma il cambio di modulo è ormai un dato di fatto per questa squadra. (…) Gioco? Impalpabile. Evanescente. Il 4-3-1-2 di Iachini anche ieri ha subito la personalità della Lazio senza costruire delle trame credibili. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy