Messaggero Veneto: L’Udinese canta la Marsigliese

Messaggero Veneto: L’Udinese canta la Marsigliese

Thereau e Fofana (10 reti in 9 gare) hanno portato 11 punti sui 14 del nuovo corso

Commenta per primo!

Apertura del Messaggero Veneto dedicata alla situazione in casa Udinese.

E quattro. Sulle ali di un’Udinese francese, come dicono i numeri e la personalità sfoderata a Bergamo, dopo un tempo in trincea, sotto un’autentico bombardamento operato dall’Atalanta. Ora Delneri si gode il suo poker di vittorie strappate da quando si è seduto sulla panchina bianconera, all’inizio di ottobre, giusto in tempo per godersi qualche giorno di preparazione in più – durante la sosta – in vista della trasferta in casa Juventus. Da allora nove partite con quattro successi e due pareggi. Madame et Monsieur. Come accennato, quella di Gigi è un’Udinese che canta la Marsigliese. Non solo perché i francofoni in squadra non mancano. Thereau e Fofana hanno infatti ripagato la fiducia del tecnico di Aquileia a furia di prestazioni sostanziose. Quando Delneri si è insediato, ereditando il timone della “barca” da Beppe Iachini (7 punti in altrettante giornate), il numero 77 era quasi un problema per i colori bianconeri. Un giocatore – si diceva – poco contento di essere rimasto in Friuli dopo le avances del Marsiglia, un attaccante in fase calante, visto che era ancora a secco. Per lui tre gare da titolare e tre sostituzioni, oltre a una partita cominciata in panchina. «Corre per quasi 11 chilometri, una punta così deve essere sfruttata», disse subito Gigi incornando Thereau a giocatore di riferimento per la manovra bianconera. Da allora il buon “Cirillo” ha prodotto 6 gol, giostrando da autentico fantasista, da elemento di talento che costruisce gioco e situazioni. Insomma, non è un semplice attaccante piazzato largo a sinistra nel 4-3-3, diventato “mobile” proprio perchè il francese si muove a tergicristallo sul fronte offensivo. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy