Messaggero Veneto: L’Udinese già corre c’è l’Inter che l’aspetta

Messaggero Veneto: L’Udinese già corre c’è l’Inter che l’aspetta

Bianconeri di nuovo al lavoro, oggi arrivano i sudamericani

Commenta per primo!

Apertura del Messaggero Veneto dedicata alla situazione in casa Udinese.

C’era un Bruseschi con un look tutto nuovo ieri ad accogliere l’Udinese e i suoi tifosi nel giorno della ripresa degli allenamenti. Molte piante, alberi e arbusti che si trovavano nello spazio tra il cimitero e i campi dove sgambetta usualmente la squadra, sono stati potati e tagliati, dando al centro sportivo un aspetto decisamente più ordinato e pulito. Un particolare che i tifosi in attesa dell’uscita della squadra hanno notato e commentato, anche perché Delneri e i suoi hanno raggiunto i campi solamente alle 15, con un po’ di ritardo rispetto all’orario annunciato. I bianconeri, infatti, hanno prima svolto una seduta di lavoro in palestra al caldo, per poi proseguire il risveglio atletico all’aperto. Per tutti, ieri, solamente corsa a gruppetti, sotto gli occhi attenti del tecnico di Aquileia e del suo staff. All’appello mancavano, come da programma, i giocatori che hanno effettuato voli particolarmente lunghi per far ritorno a casa in occasione delle feste, come Danilo, Ali Adnan, De Paul, Evangelista, Hallfredsson, Matos e Penaranda, attesi tutti per oggi in tempo per l’allenamento delle 14. Non si è presentato al campo ieri Jacub Jankto, rimasto a casa a causa di qualche linea di febbre, mentre Lodi – uno dei giocatori in cerca di una sistemazione lontano da Udine – ha svolto un lavoro differenziato correndo all’aperto con uno dei preparatori, mentre i compagni erano in palestra. E a fare esercizi al chiuso si sono fermati per tutta la durata della seduta Kone e Thereau, che dovrebbero lavorare in gruppo già da oggi (a meno che il greco, anche lui in partenza, non prosegua gli allenamenti in forma personalizzata). Assenti giustificati, invece, Wague e Badu, entrambi già pronti a rispondere alla chiamata delle rispettive nazionali (Mali e Ghana) per disputare la Coppa d’Africa: per rivederli a Udine bisognerà attendere i risultati delle partite nel continente africano, con un occhio al mercato, che potrebbe per Badu riservare qualche sorpresa. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy