Messaggero Veneto: L’Udinese ha ritrovato il suo spirito

Messaggero Veneto: L’Udinese ha ritrovato il suo spirito

Apertura sportiva del Messaggero Veneto con intervista ad Aldo Serena.

Serena, il Friuli del calcio si è risvegliato sorpreso e felice per l’impresa dei bianconeri contro la Juventus: dal di fuori cosa si sente di dire? «Che può sembrare solo di primo acchito una vittoria casuale. Sia ben chiaro, nel primo tempo la Juve ha fatto la partita, ma l’Udinese si è difesa con grande ordine ed è stata estremamente attenta e paziente. La svolta l’ho notata all’inizio della ripresa, come se fosse scattato il piano studiato a tavolino da Colantuono: cinque-sei azioni i friulani hanno cambiato marcia, hanno comiciato a rispondere colpo su colpo agli avversari che stavano calando».
 Serena, pare di capire che questo primo passo dell’Udinese l’abbia convinta, al di là del risultato. «Ricordo ancora la squadra dello scorso anno qui allo Stadium. Era la seconda giornata. Giocò “molla”, senza nerbo con pochissime idee: allora dissi che avrebbe dovuto cambiare registro altrimenti la stagione non avrebbe regalato grandi soddisfazioni, come è stato. Ai friulani dico soltanto che l’Udinese ha capito come deve affrontare certe partite e deve continuare a farlo».
 Soltanto Fernandes solo sul taccuino di Serena? «No, anche l’ultima mezz’ora con Zapata. Ha forza fisica alla quale cerca di abbinare corsa e tecnica: il Napoli forse l’ha ceduto troppo in fretta, anche se ha voluto mantenerne il controllo. Può essere la pedina che completa un attacco tecnico composto da due vecchi marpioni come Di Natale e Thereau». 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy