Messaggero Veneto: Serve una grande Udinese

Messaggero Veneto: Serve una grande Udinese

Un super Udinese attenta e concreta per battere l’Atalanta

Commenta per primo!

Apertura del Messaggero Veneto con la presentazione di Udinese-Atalanta.

«Chi pensa al mercato è fuori». La Dea difende i propri gioielli a poche settimane dal Natale, seduta – meritatamente – tra le squadre nella scia della capolista. Gian Piero Gasperini ieri, con l’Udinese all’orizzonte, ha tuonato: d’altra parte è lui è il “profeta” di questa Atalanta che adesso dovrà confrontarsi anche con gli attacchi dall’esterno alla propria cassaforte (ai gioielli Kessié, Gagliardini, Caldara, Conti) e con le pressioni dell’ambiente legate a una classifica sorprendente. Per questo in questi giorni di vigilia ,dopo le sculacciate rimediate in casa della Signora torinese, a bergamo hanno pensato poco all’Udinese, al ritorno dell’ex Delneri all’Atleti Azzurri d’Italia, uno stadio che lo ha riaccolto due volte da nemico, restando sempre a bocca asciutta. Non c’è spazio per la cabala da quelle parti, non è soltanto perché oggi si gioca nella patria degli instancabili e burberi magutt (i manovali in dialetto lombardo), non in quella dei cantastorie. Risposta. Gasperini non si muoverà troppo dal suo 3-4-2-1 (3-4-1-2 se il Papu Gomez avanza), deve badare all’aspetto psicologico della sua giovane Atalanta e per questo Gigi da Aquileia cambierà poco rispetto alle ultime uscite. Qui in Friuli si devono soprattutto evitare quei clamorosi cali d’attenzione che hanno rallentato la crescita del gruppo bianconero da quando è arrivato Delneri. Perciò, dopo aver passato 90’ (contro il Bologna) senza subire un gol, è immaginabile che l’Udinese confermi tutto il blocco difensivo. E che si appoggi sulle certezze che ha finora costruito a livello di modulo. Un 4-3-3 mobile – come l’abbiamo battezzato fin dall’inizio dopo aver visto l’atteggiamento tattico di Thereau, pronto a svariare da destra a sinitra – pronto a trasformarsi in un 4-1-4-1 che è il modo per sfruttare Zapata lassù, nel suo ruolo di torre, intruppando il centrocampo. 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy