Messaggero Veneto: Thereau rischia il posto

Messaggero Veneto: Thereau rischia il posto

Provato il 4-3-1-2 con De Paul trequartista alle spalle di Perica e Lasagna

di Redazione

Il Messaggero Veneto sul probabile schieramento di domenica:

L’aveva detto a caldo, ancora attanagliato dalla delusione per la brutta prova con il Chievo. «Potrei cambiare qualcosa».  Nell’amichevole in famiglia disputata ieri, Gigi da Aquileia ha proposto due schemi diversi, al pari degli interpreti. Nel primo tempo davanti a Scuffet è stata schierata una linea a quattro composta da Angella, Danilo, Nuytinck e Samir. In mezzo al campo mediana rigorosamente a tre considerando che la Spal si schiera con un 3-5-2 e non è proprio il caso di giocare con due mediani regalando la superiorità numerica in mezzo al campo. Davanti alla difesa ha agito Behrami, le due mezzali sono state quelle di sempre, Fofana sul centro destra e Jankto sul centrosinistra. La novità è stata la disposizione dei tre giocatori d’attacco: De Paul ha agito da trequartista alle spalle della coppia Perica-Lasagna. Come si può notare l’escluso è Thereau, in gol con il Chievo ma che a livello di atteggiamento e di disciplina tattica non ha affatto convinto. Cyril è sceso in campo nella ripresa in una squadra disegnata con il 4-3-3 che vedeva il francese sulla sinistra con Ingelsson a destra e Lasagna in posizione di centravanti. Ballottaggi. Sembra evidente che da qui a domenica siano quattro i nodi che Delneri dovrà sciogliere a livello di formazione. Due riguardano la difesa, uno il centrocampo e uno l’attacco. Il primo ballottaggio riguarda il ruolo di terzino destro. Assodato che Wague non è tra i candidati a una maglia da titolare, il posto se lo giocheranno Angella e Larsen. Sulla corsia opposta il dubbio è tra Samir e Pezzella. Il tecnico è tentato dal proporre il brasiliano del quale si fida tantissimo nonostante sia ancora in ritardo a livello di condizione. Stesso discorso per la sfida tra Behrami e Hallfredsson.  Il più atteso è sicuramente il ballottaggio tra Thereau e Perica. Dalla scelta della punta potrebbe dipendere anche quella del modulo. Con Cirillo sarà 4-3-3 oppure 4-1-4-1, se il prescelto dovesse essere il croato più facile immaginare un’Udinese schierata con due punte di ruolo che si muovo vicine in un 4-3-1-2 o in un 4-4-2. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy