Messaggero Veneto: Udinese cala il tris tranquillità

Messaggero Veneto: Udinese cala il tris tranquillità

Il 4-3-3 “mobile” inventato da Delneri per la sua Udinese, per esaltare le caratteristiche del tatticamente anarchico Thereau.

Commenta per primo!

Apertura del Messaggero Veneto con la presentazione di Palermo-Udinese.

A Palermo stasera farà caldo. I 26 gradi che hanno trovato ieri i bianconeri sbarcando in Sicilia non c’entrano, sono gli intrecci di classifica che accendono il posticipo del Barbera. Da una parte una squadra che in casa non ha raccolto neppure un punto in quattro appuntamenti, un disastro che incide in modo chiaro sulla posizione in graduatoria; dall’altra l’Udinese, capace di conquistare la scorsa domenica i primi tre punti dalla gestione Delneri, contro il Pescara, in quello che era uno “scontro diretto” o, se volete, il secondo duello con una squadra che si trova alle spalle. Finora la contabilità riporta dunque un prezioso due a zero: calare un tris potrebbe davvero contribuire ad aumentare la serenità all’interno del gruppo bianconero, un ingrediente importante per continuare a lavorare con fiducia, all’inseguimento di quei meccanismi tattici che saranno preziosi quando l’asticella (degli avversari) si alzerà. Forze fresche. L’idea di Delneri è sempre la stessa. L’intensità deve essere la prima qualità della sua Udinese. Un comandamento enunciato fin dalla prima partita, allo Juventus Stadium, dove i bianconeri giocarono con ardore, senza rinunciare a un pressing alto che piazzò i campioni d’Italia. Figuriamoci se Gigi non vuole proporlo anche stasera alla Favorita. Mettere in difficoltà i difensori avversari con il pallone tra i piedi, sfruttando per di più le maglie larghe della difesa a tre che anche questa volta De Zerbi dovrebbe proporre nel quadro di un 3-4-2-1. Per questo il tecnico di Aquileia valuterà con attenzione la benzina all’interno di ogni singolo serbatoio.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy