Messaggero Veneto: Udinese, guai a pensare solo alle gare in casa

Messaggero Veneto: Udinese, guai a pensare solo alle gare in casa

Dopo la sosta arriveranno Genoa, Empoli e Sassuolo al Friuli
Ma “non giocare” con Milan, Lazio e Roma sarebbe un errore

di Redazione

Ecco il punto sull’Udinese a cura del Messaggero Veneto.

Dal pallottoliere al calendario è già un passo in avanti, non tanto perché il primo l’hanno inventato in Cina ben prima di Giulio Cesare, ma perché l’Udinese ha capito che giocarsela con le grandi è senza ombra di dubbio un modo per alimentare se non altro il morale che, dopo le quattro pappine prese dalla Juventus senza colpo ferire (praticamente, lasciate stare il gol di Lasagna a pochi minuti dal gong), era finito sotto i tacchi. A Napoli almeno i bianconeri ci hanno provato questo deve essere lo spirito con il quale affrontare una volata salvezza che, dopo i successi di Bologna, Empoli e Spal si è messa male.La lezioneNon è quella che la squadra di Ancelotti ha impartito all’Udinese. Tutt’altro. Come lo stesso tecnico di Reggiolo ha ammesso, il Napoli è riuscito a indirizzare dalla sua parte la partita soltanto nella ripresa, dopo aver sofferto non poco l’inattesa vivacità dei bianconeri. La vera lezione l’ha data ieri il presidente dell’Empoli, Fabrizio Corsi, abituato da anni ai saliscendi tra A e B. «Quando ci siamo salvati abbiamo compiuto prestazioni e conquistato risultati importanti contro grandi avversarie». L’ha detto perché i toscani adesso si trovano davanti alla prospettiva di sfidare, in rapida successione, Juventus e Napoli, ma anche l’Udinese dovrebbe fare tesoro delle parole del numero uno empolese visto che in trasferta ha segnati, prima di Pasqua, gli appuntamenti con Milan, Lazio e Roma. Ritrovarsi a “non giocare” queste sfide sarebbe un errore madornale.Dopo la sostaNon resta dunque che prepararsi per la volata che partirà dopo gli impegni delle nazionali, nazionali che hanno saccheggiato il Bruseschi, visto che l’Udinese ha anche molti elementi delle rappresentative giovanili e che questi avrebbero potuto almeno irrobustire gli allenamenti privi delle “stelline”, De Paul, Musso, Ekong, Lasagna, Larsen. (…)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy