Messaggero Veneto: Udinese, la ricorrenza e quel titolo non assegnato

Messaggero Veneto: Udinese, la ricorrenza e quel titolo non assegnato

Il 30 novembre il club festeggerà i 120 anni di vita: rivisitiamo in varie tappe questa lunga storia partendo dallo scudetto del 1896 mai riconosciuto

Commenta per primo!

Apertura del Messaggero Veneto con i 120 anni dell’Udinese.

Centoventi, un numero importante, rotondo, composto dalle prime tre cifre (0, 1 e 2) messe in ordine sparso. Centoventi sono gli anni che compirà ufficialmente l’Udinese il prossimo 30 novembre. Una data importante per quella che dopo il Genoa è la società di calcio più antica d’Italia. I libri di storia raccontano che la prima società sportiva udinese viene fondata nel 1875. A fine anno la società conta 179 iscritti. Il “famoso” scudetto mai conquistato è però datato settembre ’96, quando la squadra di Udine in quel di Treviso partecipa e al concorso ginnico e vince la prima gara nazionale del gioco del calcio in quel di Treviso. C’è un labaro che riconosce ancora oggi quel successo che però non è mai stato ufficializzato in quanto non esisteva una Federazione che sarebbe nata esattamente l’anno dopo. Il libro del giornalista Roberto Meroi “Storia dell’Udinese calcio” riporta la formazione che vinse quel titolo: Bissattini, Chiussi, Kosnapfel, Pellegrini, Milanopulo, Del Negro, Plateo, Friulano Spivach, Antonio Dal Dan, Tam, Tolu. Nomi che oggi dicono poco e niente ai tifosi del pianeta bianconero ma che rimangono comunque scolpiti in maniera indelebile nella storia del club. Il primo campionato ufficiale di calcio lo conquista il Genoa nel 1898. E Udine? Il pallone racconta che non partecipò (si giocava a Torino) per problemi finanziari. Cose d’altri tempi ma che allora erano all’ordine del giorno. Per sentir parlare di società “esclusivamente” calcistica bisognerà aspettare il 1919 quando la società di Ginnastica e di Scherma cambia nome diventando Asu e accorpando l’associazione del calcio e quella ciclistica. Lo scudetto mai riconosciuto datato 1896 avrebbe potuto essere “cancellato” nel 1922 con la conquista della Coppa Italia che l’Udinese perse nella finale giocata a Vado Ligure con i padroni di casa. Segnò un certo Levratto nei tempi supplementari con un tiro che sfondò la rete bianconera. Per cominciare a trovare campionati con un discreto numero di squadre bisogna aspettare la metà degli anni ’20. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy