Messaggero Veneto: Udinese, non può essere solo una festa

Messaggero Veneto: Udinese, non può essere solo una festa

Vincendo l’Udinese può finire 13ª, perdendo precipitare al 17º posto: “balla” un tesoretto assegnato dalla divisione dei diritti tv

Commenta per primo!

Apertura del Messaggero Veneto sull’ultima sfida che attende l’Udinese, quella col Carpi.

Non sarà soltanto una festa per la (sofferta) salvezza, per l’addio a quel simbolo dell’Udinese che è stato, per un decennio, Di Natale. In ballo ci sono punti salvezza – si augura il Carpi –, in ballo c’è anche la torta dei diritti tv per la suddivisione dei soldi del contratto adesso e nel futuro. In società si respira un’aria particolare.
(…)Ma se il marketing e la promotion non sono solo due termini anglosassoni ma anche un aspetto del calcio di adesso, dall’altra parte bisogna anche valutare con attenzione gli aspetti agonistici non devo essere trascurati. Per questo quella che può essere etichettata come l’area tecnica del club bianconero non considera indifferente il risultato di domenica sera. Perché non è vero che non c’è differenza tra il 17º posto e il 13º, là dove ancora l’Udinese può arrivare in caso di successo sul Carpi.
(…) Ogni posizione, poi, incrementa il premio di una cifra che oscilla tra i 200 e i 300 mila euro. Insomma, scalare quattro posizioni sul filo di lana porterebbe un tesoretto da investire durante l’estate, visto che non sono pochi i cambiamenti annunciati per ridisegnare l’Udinese che verrà. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy