Messaggero Veneto: Una formula Chievo: Zapata e Perica come Cossato e Corradi

Messaggero Veneto: Una formula Chievo: Zapata e Perica come Cossato e Corradi

Delneri tentato dalle due “torri” e un fantasista alle spalle. Già 15 anni fa a Verona stupì la serie A con questa formula

Commenta per primo!

Approfondimento del Messaggero Veneto sui piani tattici di Delneri.

Delneri, sta mica pensando a Corradi e Cossato? Gigi da Aquileia piazza la tipica espressione divertita a “tutto baffo” quando si fanno riaffiorare dal mare dei ricordi i nomi delle due torri che il tecnico friulano sistemò sulla scacchiera della serie A 15 anni fa, appena salito dalla cadetteria con il Chievo dei miracoli. Una formula che adesso Delneri vorrebbe proporre anche a Udine, sistemando Perica accanto a Zapata, con un fantasista alle spalle: Thereau. Un piano ambizioso per sfruttare l’impatto fisico del colombiano e del croato assieme, come succedeva con Corradi e Cossato, due che la porta la vedevano però piuttosto facilmente: «Faranno gol anche questi, vederete», ha commentato Gigi dopo aver gettato il sasso nel placido stagno bianconero, abituato a girare attorno al 3-5-2 per anni, come la terra fa col sole. Insomma, è davvero aria nuova quella portata da Delneri, non fritta. Confessione. «Sto lavorando su Zapata e Perica assieme. È un modello di gioco che si può proporre. Ma bisogna avvolgerli, permettere loro di sfruttare al meglio le loro doti», ha svelato l’allenatore bianconero a margine dell’intervista rilasciata per raccontare la sfida al Torino. Perché, come ha sottolineato, la sua Udinese è ancora un cantiere e lui ha una voglia matta di raccontare ai friulani su cosa sta lavorando, l’ennesima testimonianza che a Delneri piace il coinvolgimento dell’ambiente, che ai tifosi bisogna svelare i piccoli segreti per poi averli al fianco durante le partite di campionato.(…)  Thereau è decisamente più attaccante di Perrotta, perché nel serbatoio dell’Udinese Delneri può pescare De Paul – ancora da inquadrare tatticamente –, ma anche Adalberto Peñaranda, il Marazzina del 2016-2017, punta di talento capace di produrre delle accelerazioni brutali. Mica male come piano… 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy