Tuttosport: Abbonati nel nuovo stadio? Più del 70%

Tuttosport: Abbonati nel nuovo stadio? Più del 70%

Il Nuovo Stadio Friuli è al centro dell’attenzione del dossier redatto da Tuttosport. Il quotidiano torinese scrive che “quando però il nuovo stadio dell’Udinese sarà completato, servirà tutt’altro spettacolo. Il quadro, cioè, dovrà essere proporzionato alla cornice. Di primissimo livello, come si può vedere dalle fotografie a corredo del servizio. Entro la fine dell’anno i lavori saranno completati, ma l’opera di ristrutturazione dell’impianto, inaugurato nella sua prima veste nel settembre del 1976, è iniziata cinque anni fa.  «Il riammodernamento della tribuna centrale, quella che vedete adesso, è stato fatto nel 2010 – racconta Alberto Rigotto, project manager del nuovo Friuli -. Nell’estate del 2013 abbiamo invece provveduto a spostare il campo: i lavori si sono protratti fino a ridosso dell’inizio del campionato, tanto che la squadra aveva dovuto affrontare il preliminare di Europa League a Trieste. (…) Sono coinvolte 40 aziende, per un totale di circa mille persone che, a vario livello, lavorano al completamento dell’opera. Lo stadio sarà in grado di accogliere 25 mila persone, ovviamente tutte a sedere e al coperto. Pensiamo, attraverso una stima che riteniamo credibile, di poter arrivare a una quota di abbonati superiore al 70% sui posti disponibili. Ora come ora l’Udinese si attesta attorno ai 14 mila abbonati, ma nella nuova struttura contiamo di salire a 18 mila. Parcheggi non ne sono previsti, dal momento che attorno all’area c’è la disponibilità di circa 10 mila posti auto. Così come non c’è bisogno di pensare ad alcun campo di allenamento, considerato che il centro sportivo Bruseschi è ritenuto a ogni latitudine un fiore all’occhiello della società». Se i tempi dei lavori saranno rispettati, e dal club si affrettano a garantire che così sarà, l’Udinese si affaccerà al 2016 con una casa nuova e invidiabile. Tanto che nella sede della società, negli ultimi tempi, sono arrivate le telefonate da parte dei dirigenti di Napoli, Atalanta e Spezia, evidentemente incuriositi dalla bontà del progetto friulano. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy