Tuttosport: Chievo un finale da padrone

Tuttosport: Chievo un finale da padrone

Il Chievo si impone a Udine con un risultato che alla fine appare più che giusto

Commenta per primo!

L’analisi di Tuttosport sulla sconfitta dell’Udinese.

E’ proprio bravo il Chievo ad attendere, mettere alle corde l’Udinese e a vincere la gara del Friuli all’ultimo istante, ribaltando il risultato in dieci minuti. E nulla ha rubato, perché la squadra di Maran (in panchina a causa della contestata squalifica per bestemmia c’era Maraner) ha giocato meglio fin dai primi attimi della sfida triveneta. La partita è praticamente bloccata, ma le azioni pericolose arrivano tutte da casa Chievo, con un Birsa ispirato anche se non molto fortunato, che spesso si fa vedere dalle parti di Karnezis. Fanno meglio i veneti, ma in rete per il momentaneo vantaggio va l’Udinese al 25′: Zapata sfrutta bene un bel cross da sinistra di Hallfredsson, insaccando di testa. La partita potrebbe prendere altri binari, ma invece la musica resta la stessa: il Chievo gioca e i bianconeri arginano senza troppi spunti e con poche idee. Al 38′ è bravo Sorrentino a opporsi a una combinazione Thereau-Zapata, ma l’Udinese si spegne lì.
Nella ripresa gli ospiti aumentano la pressione e la svolta arriva quando l’allenatore cambia le punte: dentro Pellissier e Floro Flores per Inglese e Meggiorini. I friulani non escono più, non ripartono e cercano di arginare gli avversari, a fatica dopo l’uscita per infortunio di Hallfredsson. Così, al 37′ arriva il pareggio: cross di Hetemaj, testa di Pellissier che spizzica per Castro, in gol a porta vuota. E nei minuti di recupero (Pairetto ne concede cinque), ecco il ribaltone: a venti secondi dalla fine Gobbi serve largo Castro, che crossa per Cacciatore, tutto solo in area per il 2-1 realizzato da pochi passi. 

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy