Tuttosport: Delneri, un Toro da…sgarfare

Tuttosport: Delneri, un Toro da…sgarfare

Ora le speranze in Friuli e allo stadio Friuli sono che l’Udinese riesca a “sgarfare” qualcosa di buono anche al Torino.

Commenta per primo!

Anche su Tuttposport spazio all’Udinese che ‘sgarfa’.

Ha preso in mano l’Udinese demoralizzata, perdente e paurosa, e in meno di un mese l’ha trasformata in una squadra in grado di giocare a calcio, di sbagliare ovviamente, ma anche di reagire. Gigi Delneri ha riportato tranquillità in Friuli, e non è cosa da poco dopo tre stagioni vissute con il cuore in mano dai sostenitori bianconeri e dalla società. E a dare quel pizzico in più di fascino al suo arrivo sulla panchina dell’Udinese, c’è la sua friulanità. Il tecnico ex Juve, infatti, è di Aquileia e non nasconde mai nelle conferenze e nei suoi discorsi il piacere di allenare la squadra della sua terra. E spesso lo fa utilizzando proprio la lingua friulana, lasciandosi andare a discorsi compiuti in “marilenghe”, ma anche a detti e a parole comprensibili solamente a queste latitudini. Una l’ha sfoderata proprio alla vigilia della trasferta di Palermo, dicendo «Andiamo a sgarfare». Una frase che a trequarti d’Italia e anche più risulta assolutamente incomprensibile. Significa “andiamo a cercare, rovistare”, sottintendendo una certa qual concretezza operativa nel badare al sodo. Insomma, Delneri voleva dire che la sua Udinese doveva scendere in campo a Palermo cercando di portare a casa qualcosa, comunque e in qualche modo, magari il bottino più ricco possibile. E i bianconeri l’hanno fatto. Il 3-1 del Barbera ha sancito la notorietà in terra friulana dello “sgarfare” di Delneri, che è diventato un vero tormentone, apparso su striscioni e magliette nell’arco di pochissime ore, sintomo di un feeling ripristinato con la tifoseria e di una clima positivo ritornato in fretta. Quella stessa tifoseria che nel corso della gara interna contro la Lazio, costata la panchina a Iachini, aveva girato le spalle al campo e se n’era andata a casa prima del fischio finale dell’arbitro. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy