Tuttosport: Sono gol per lo scudetto

Tuttosport: Sono gol per lo scudetto

L’analisi di Tuttosport a Napoli-Udinese

E alla fine spunta sempre lui: Gonzalo Higuain. Implacabile e decisivo anche contro l’Udinese, che aveva provato a congelare la partita per tornarsene in Friuli con un punto prezioso. La mission è diventata impossible per Colantuono, perché il Pipita si è messo in testa che quest’anno vuole riscrivere la storia del club azzurro. «Il mio obiettivo è di vincere un titolo con il Napoli: farebbe felice me e la città. Non so se questo sia l’anno buono, c’è ancora tanta strada da percorrere. Non era facile battere l’Udinese, ma alla fine ce l’abbiamo fatta a vincere quella che per noi era diventata una finale: le squadre che ci precedono in graduatoria avevano vinto tutte», Higuain ha in mente lo scudetto e, vittoria dopo vittoria, sta cominciando ad esporre pubblicamente un obiettivo reso possibile dalla continuità con la quale sta andando a bersaglio. Quello di ieri è stato il 200° gol in carriera, nella settima partita casalinga consecutiva di serie A in cui è andato a bersaglio.  

Equilibrio spezzato

 La difesa ad oltranza di Colantuono sembrava funzionare, con repentine sortite offensive per provare a sorprendere gli azzurri. Sui tentativi di Fernandes e Widmer, Reina non deve fare gli straordinari. Va a finire che il primo tempo si chiude sullo 0-0, con una sola occasione per l’Udinese, contro le 6 del Napoli. Il fortino friulano regge fino a quando Higuain non decide che è arrivato il momento di sbloccare il risultato con un diagonale preciso, su assist di Jorginho. Colantuono cambia registro e inserisce il pimpante Aguirre che si mette in mostra con un sinistro che va oltre la traversa. Un lampo che diventa il preludio all’occasione più ghiotta: su un angolo di Lodi, Widmer impatta bene di testa e trova la risposta decisiva di Reina. Lo scampato pericolo induce il Napoli a cercare il raddoppio e ci va vicino col duo Allan-Higuain, ma la retroguardia friulana riesce ad uscire dal San Paolo con l’onore delle armi. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy