Udinese-Cagliari: le pagelle dei quotidiani

Udinese-Cagliari: le pagelle dei quotidiani

I giudizi e i voti espressi dai quotidiani nazionali e locali

di Redazione

Impietosi i giudizi dei quotidiani sulle scialbe e deludenti prestazioni dei bianconeri contro il Cagliari. Solo Barak e Bizzarri riescono a raggiungere la sufficienza.

MESSAGGERO VENETO

BIZZARRI 5,5 – Se l’Udinese va al riposo sullo 0-0 lo deve al 40enne argentino che piazza tre interventi decisivi: due su Pavoletti e uno su Faragò. Particolarmente difficile la parata sulla girata di destro del centravanti sardo. Nel secondo tempo forse con il suo movimento trae in inganno Danilo in occasione del gol, ma le colpe sue sono quasi a zero. Neutralizza il destro di Farias, nel recupero il fallo su Faragò gli costa l’espulsione.

WIDMER 4 – Arriva una sola volta sulla linea di fondo. Prima del riposo va in confusione come tutta la squadra con un liscio dal quale nasce un pericolo per la porta friulana. Nella ripresa continua a commettere troppi errori sia in fase di contenimento che quando deve spingere. Sul cross da destra lui si ferma Joao Pedro no. E il gol è servito. La scarsa condizione non basta a giustificare la pessima prova

DANILO 4,5 – Pavoletti qualche grattacapo glielo procura nella seconda metà del primo tempo. C’è tanto di lui anche nella frittata che permette al Cagliari di segnare: sul cross da destra praticamente si ferma traendo in inganno Widmer e consentendo a Joao Pedro di avventarsi sul pallone e superare Bizzarri. Cerca il pareggio nel finale, ma la sua girata di destro termina alta.

ANGELLA 5 – Al Cagliari aveva fatto due gol nelle ultime sfide al Friuli, stavolta reclama solo un mezzo rigore. Una sorpresa vederlo in campo tenendo conto che era reduce da un lungo infortunio. Eppure è quello che fa meno danni del quartetto difensivo.

SAMIR 4 – Torna a giocare sulla fascia sinistra e, sarà una coincidenza, ripropone l’immagine peggiore di sè. Lento, impacciato, impreciso. Contro di lui Faragò fa un figurone. È da uno dei suoi tanti appoggi sbagliati che si innesca l’azione decisiva. Se non vuole giocare esterno lo dica chiaro e tendo.

DE PAUL 5 – Ne azzecca solo una, il pallone con il quale innesca Jankto che poi non riesce ad andare alla conclusione. Delneri lo toglie, ma commette un errore perchè è l’unico che può inventarti la giocata importante, soprattutto se lo si allontana dalla linea laterale.

BALIC 5 – Non sfrutta l’occasione ma non si può dire che la squadra lo abbia aiutato. In fase di contenimento non va in difficoltà reggendo i duelli uno contro uno. Piuttosto non riesce mai ad accendersi quando deve impostare anche perchè i movimenti senza palla scarseggiano. Optare per il dribbling in quel contropiede cinque contro tre è però una scelta scellerata.

BARAK 5,5 –  Il migliore, anzi, il meno peggio ancora una volta dell’Udinese. Sua l’unica conclusione bianconera nel primo tempo. Cala alla distanza, anche perchè gli spazi sono sempre più ridotti. Uno dei meno colpevoli dell’ennesimo flop casalingo.

JANKTO 4 –  Il corridoio che disegna per la girata di Maxi Lopez tagliando da destra verso il centro è l’unica giocata degna del suo potenziale. Per il resto sbaglia tutto. A un certo punto si scontra con Samir innescando il contropiede sardo e i due cosa fanno? Stanno a guardare. Precipitoso al tiro.

MAXI LOPEZ 4 – Ha la grave colpa di fallire una comodissima occasione dopo 8′ di gioco: con il portiere per terra deve solo spingere il pallone in porta a non più di otto metri dalla linea. Nella ripresa è troppo centrale la girata che poteva valere l’immediato 1-1. Non tiene mai palla, la peggior prova in maglia bianconera.

PERICA 5 – Ci si aspettava molto di più da lui. La tripletta in amichevole era stata illusoria a conferma che i test sono una cosa, le partite da tre punti un’altra. Cerca il gol da posizione angolata, viene respinto.

FOFANA 5 – Con un avversario tutto arroccato in difesa non è stata una grande idea mettere dentro uno come lui che dà il meglio negli spazi. Lento e impacciato con il pallone tra i piedi.

LASAGNA 5 – Prende il posto di Maxi Lopez. Non si vede praticamente mai se non quando viene anticipato da Andreolli.

BAJIC S.V – Una sponda per Lasagna, una mezza trattenuta subita in area. Se Maxi continua a essere questo prima o poi una occasione da titolare dovrà averla pure lui.

GAZZETTA DELLO SPORT

BIZZARRI 6 Tre parate importanti, ma è incerto sul gol. Fallo da espulsione inutile.

WIDMER 5 Torna titolare dopo un mese, rovina la festa per il Mondiale appena conquistato con la Svizzera.

DANILO 5 Concorso di colpa con Widmer sull’1-0: che dormita.

ANGELLA 6 Almeno prova a impostare l’azione: 64 passaggi e 86 palloni giocati.

SAMIR 5 Opposizione inconsistente e una lunga serie di errori. Chiude in porta dopo l’espulsione di Bizzarri.

BARAK IL MIGLIORE 6 – In una giornata così negativa, è uno dei pochi a salvarsi. Mette una bella palla sulla testa di Jankto che sbaglia. Tiene botta: 43 passaggi positivi e 4 contrasti vinti.

BALIC 5 Per i capelli e l’andatura ricorda Pirlo, i paragoni finiscono qui. Quanto manca Behrami.

FOFANA 5 Scaraventato in un ruolo non suo: non è un regista e si vede.

JANKTO 5 Ahi, che brutta partita: soffre Barella e chiude col record di passaggi sbagliati.

DE PAUL 5 Non salta mai l’uomo, resta ai margini. Chi l’ha visto? (Bajic s.v.)

MAXI LOPEZ 5 Si mangia un gol incredibile nel primo tempo, impegna Rafael nel secondo.

LASAGNA 6 Chiamato a dare una scossa, KL15 tenta un paio di conclusioni.

PERICA 5 Centravanti riciclato nel tridente. Fuori ruolo: non è un esterno.

ALL. DELNERI 5 Evidente passo indietro dopo le due vittorie di fila.

CORRIERE DELLO SPORT

BIZZARRI 6 – Tre interventi notevoli, ma anche due errori, sul gol e quando esce in ritardo su Faragò facendosi espellere.

WIDMER 4,5 – Una giornata balorda. Dorme sul gol del Cagliari. Commette altri marchiani errori.

DANILO 5 – Pure lui colpevole sul gol, si fa sorprendere dal cross lungo di Faragò per l’accorrente Joao Pedro.

ANGELLA 5,5 – Qualche buon recupero, alcuni errori grossolani, ma il meno peggio della difesa.

SAMIR 4 – Ha sbagliato oltre il lecito e il gol che ha deciso le sorti del match è nato da un suo errore in fase di disimpegno.

BARAK 6 – Ha la dinamite nel piede sinistro, ma alla lunga si è spento.

BALIC 5 – E’ ancora ‘acerbo’ e ieri non è stato aiutato dal resto della squadra.

JANKTO 4,5 – Ha sbagliato anche le cose elementari. Nel secondo tempo, poi, non è pervenuto.

DE PAUL 5 – Tanto fumo, poco concreto. Piano piano è sparito dalla scena, mai uno spunto nell’uno contro uno.

MAXI LOPEZ 5 – Due gol falliti, uno per merito di Rafael. Ma è stato ‘dimenticato’ dal resto della squadra.

PERICA 5 – Meglio da attaccante esterno. Come centrale, come ha giocato nel secondo tempo, non incide.

LASAGNA 5,5 – Ha provato a superare Rafael su assist di Bajic, poi non si è più visto.

FOFANA 5 – Tutto istinto e con il suo ingresso è aumentata la confusione.

BAJIC S.V. – Ha toccato tre palloni, anche se ha avuto il merito di smarcare Lasagna davanti a Rafael.

DELNERI 4,5 – I numeri lo inchiodano, la sua panca torna a traballare.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy