Udinese rimontata e alla fine contestata

Udinese rimontata e alla fine contestata

Commenta per primo!

L’analisi del Messaggero Veneto alla prestazione dell’Udinese sconfitta in casa dall’Empoli:

Due sberle dall’Empoli e un dubbio atroce: forse era meglio comprarsi l’abbonamento alla tele per la Premier League e vedere vincere il Watford che da ieri è sesto, in zona Europa, risollevato dalla cura Pozzo. Là Gino sta offuscando la fama di Sir Elton John, non canta ma compra giocatori di spessore e valore. Qui il padre Gianpaolo deve sorbirsi le invocazioni della curva e non lo trattano come un baronetto. Insomma, meglio l’Inghilterra dell’Italia. Ma la maglia non si tradisce.
(…)Anche Guidolin partì ad handicap, facendo ancora peggio di Colantuono (che almeno ha vinto la prima gara allo Juventus Stadium), ma bisogna anche sottolineare che ci sono degli anni luce di distanza tra quella rosa, piena zeppa di campioncini, da Sanchez a Isla, ad Asamoah, laddove ora corrono a sbriglia sciolta mezzi giocatori incapaci di fare la differenza, da Badu a Kone, anche stavolta – dopo il flop laziale – autore di una prova di alta pasticceria, con la ciliegina dell’espulsione per completare la Saint Honoré dell’Empoli, la meritata torta da tre punti dei toscani. E dire che l’Udinese non aveva comiciato male.
(…)Il finale così e tutto dell’Empoli: Paredes pareggia, Maccarone chiude i conti nel recupero dopo l’ennesimo miracolo dell’altro dio greco, quello della parata (Karnezis su Saponara). I tre punti volavo via dal Friuli per la seconda volta di fila, i tifosi sono in ebollizione, “chiamano” in coro Pozzo, a ripetizione. Che nel dopo partita non rilascia neppure una dichiarazione. Difficile che nella notte si sia consolato con il Watford. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy