Vuol giocare, può salutare

Vuol giocare, può salutare

Il club bianconero valuta le possibilità di prestito e tiene in caldo Ranegie

Commenta per primo!

Apertura del Messaggero Vento dedicata a Perica.

Simpatico, spigliato, chiacchierone e pretenzioso. È il ritratto di Stipe Perica, il centravanti croato dell’Udinese, il centravanti “di scorta”, visto che il posto da titolare è di Duvan Zapata. Una gerarchia che lo zaratino domenica subito dopo la gara con la Roma ha fatto capire di sopportare ormai malvolentieri. «Vorrei giocare di più. Non è facile guardare le partite dalla panchina: volevo dare di più a questo gruppo. Non posso sempre entrare a partita iniziata e cambiarla: ho dato il 100 per cento, ma non è bastato», ha dichiarato Perica senza troppi peli sulla lingua. Se non si tratta di un vero “mal di pancia”, poco ci manca. Il numero 18 bianconero è uno dei veri idoli dei tifosi bianconeri che apprezzano la sua forza di volontà e la generosità, armi che tuttavia non bastano in serie A, come si è visto domenica contro la Roma. Quando affronta avversari che riescono a contenere la sua esuberanza fisica, Perica sparisce. Ha bisogno di lavorare ancora sul ruolo e sull’esperienza. (…)Più di un’ipotesi il nome del possibile sostituto, quel Mathias Ranegie che a 32 anni e ancora sotto contratto col Watford potrebbe tornare a Udine. Il procuratore del lungagnone svedese, Carl Fhaget, l’ha svelato a Sportbladet; l’altro giorno il giocatore ha confermato attraverso il suo profilo Facebook: «Devo aspettare l’Udinese per un po’, quindi tenete le dita incrociate e seguitemi». Più chiaro di così..

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy