Benvenuto Mister Giacomin!

Benvenuto Mister Giacomin!

Il nuovo Mister della Primavera Giulio Giacomin si presenta, raccogliendo la pesante eredità di Mattiussi che ha portato la squadra ad altissimi livelli

Commenta per primo!

Mister, un bel salto di qualità per lei…

Direi che è proprio così. Dopo aver concluso la parentesi al Cittadella, approdare in una società come l’Udinese che è ormai stabilmente in Serie A è un bel riconoscimento per il mio lavoro anche se fare un confronto fra la due squadre sarebbe improprio. Chiunque sarebbe fiero di far parte di questa squadra o meglio… di questa famiglia come la definiscono.

La Primavera per i giocatori è una fase di transito, tanti arrivi, tante partenze. 

Per i ragazzi questi sono anni fondamentali perchè per una stagione o due sono ancora sotto esame ai fini della promozione in prima squadra. Quindi devono impegnarsi al loro massimo per riuscire ad essere pronti per il grande salto che purtroppo non tutti riescono a fare.

Come cambierà il suo lavoro con la riforma del campionato Primavera?

In passato la Primavera serviva a far crescere i ragazzi e il peso della classifica era relativo. Adesso invece il campionato ha assunto un altro valore ossia il risultato diventa fondamentale e il fattore retrocessione rende la classifica determinante.

Rispetto ai campionati esteri noi siamo ancora molto restii a lanciare i giovani, una volta era molto più semplice.

Il problema è che giudichiamo solo in base ai risultati, non ci sono programmi a lungo termine. Qui a Udine invece ho riscontrato la volontà di ricercare e valorizzare i giovani per traghettarli verso la prima squadra e questo è molto positivo. L’importante per i ragazzi della Primavera è credere in se stessi e soprattutto affrontare tutte le squadre con la stessa determinazione, senza sentirsi inferiori a nessuna di esse.

In Italia si sta facendo abbastanza per i giovani?

Il vivaio del Milan ha portato fuori grandi giocatori ad esempio, tuttavia il problema è che la giusta mentalità e organizzazione pare riguardare solo un livello, quello della Serie A.

Infine, avete già stabilito dove e quando la squadra andrà in ritiro?

Sicuramente lo faremo in regione e la partenza è prevista per il 24 luglio.

Allora non mi resta che augurarle un grosso in bocca al lupo.

Grazie, crepi il lupo!

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy