De Agostini: Vanno sfruttate le assenze della Juve

De Agostini: Vanno sfruttate le assenze della Juve

Non sarà una passeggiata per l’Udinese a Torino contro la Juve, ma i bianconeri friulano non partono nemmeno sconfitti. A sostenerlo è uno dei grandi doppi ex della sfida, Gigi De Agostini: “Cominciare il campionato allo Stadium è certamente difficile, ma viste le assenze della Juve, l’Udinese potrebbe sfruttare l’occasione. Giocare la prima a Torino non è mai semplice, lo stadio è un fortino, ma può sempre succedere di tutto, specie se i friulani sapranno sfruttare al meglio i problemi attuali della Juve. L’Udinese sta bene, potrebbe tentare l’impresa”

Che giudizio sulla squadra di Colantuono dopo questo avvio di stagione?
“Adesso è presto per dare un giudizio. L’ho vista in Coppa Italia, ha fatto una buona gara col Novara, l’approccio mi è sembrato quello giusto, i giocatori erano motivati. Anche se va detto che in una partita così avrebbe fatto notizia non aver passato il turno, per cui aspettiamo prima di dare giudizi”

Qual è il parto migliore in questa Udinese?
“Si deve sempre ragionare come squadra, secondo me si deve pensare a livello di gruppo. Tante volte si dice che i primi difensore devono essere gli attaccanti, per cui l’Udinese deve seguire questa logica, senza guardare ai vari reparti”

Che Juve sarà quest’anno e che concorrenti avrà?
“Ha perso tre pezzi importantissimi. Tevez, Pirlo e Vidal sono tanta roba. Hanno certamente acquistato giovani interessanti, stanno rifacendo la squadra. Mi attendo molto da Dybala, Madzukic si è presentato bene. Ma l’incognita è in mezzo, gli infortuni possono pesare. Sicuramente le milanesi devono migliorare dopo gli ultimi anni. Roma e Lazio già negli scorsi anni hanno fatto bene, ma lì è difficile vincere. Poi c’è l’incognita Napoli col nuovo allenatore, tutto da scoprire”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy