Burgnich: Stramaccioni sta facendo bene, il rinnovamento serviva

Burgnich: Stramaccioni sta facendo bene, il rinnovamento serviva

Quando si fanno esperimenti con nuovi giocatori non è facile ottenere subito risultati: l’Udinese è giovane come media età, Stramaccioni ha fatto molto bene. Rinnovare non è mai facile, serve fare famiglia come si dice, fino a quel punto serve lavorare per amalgamare tutto. Con questa squadra il futuro dev’essere roseo però.

Guidolin, dopo un lungo periodo, era logico che un ciclo fosse finito: anche all’Inter è capitato con Foni dopo Herrera. Ci è voluto tempo per rivincere dopo Herrera. Quando hai la pancia piena ti siedi un po’, è umano. Il calo che c’è stato dopo tre anni ottimi è fisiologico, l’allenatore dopo tanti anni diventa ‘pesante’ anche per i giocatori che non trovano più stimoli. Per cui il cambio è stato ovvio, serve una scintilla per riaccendere una squadra.  Mentre prima ognuno pensava per sé stesso, ora tutti cercano di meritarsi il posto.

Guidolin in nazionale? In Italia sono tutti allenatori, la nazionale è una brutta bestia anche perché non ci sono grandi giocatori. Purtroppo mancano gli italiani. Mancano soprattutto i campioni in ogni reparto. Guidolin certamente meriterebbe il posto, ma purtroppo faticherebbe a trovare anche lui i giocatori che fanno la differenza.

Nel ’68 si è vinto l’Europeo perché sono stati eliminati gli stranieri. Poi negli anni ’70 altre soddisfazioni fino al Mondiale ’82, la più bella nazionale di sempre. Ricordo Conti, ha fatto vincere l’Italia e oggi ad esempio mancano le ali che dribblano. L’era di Sacchi ha portato a questo, movimenti con tanti passaggi e poche intuizioni. Anche l’Udinese ha sofferto e sta soffrendo questo aspetto: l’allenatore non ha una squadra che può imporre il gioco e fa con quello che ha disposizione. Lo fa bene però!

Tarcisio Burgnich©Mondoudinese

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy