Cartellino rosso a Monsieur Platini

Cartellino rosso a Monsieur Platini

Cartellino rosso a Michel Platini !  Rosso vergogna. Il presidente della’Uefa, da sempre aspro con l’Italia irretisce tutti con una decisione arrogante, pretestuosa, priva di logica.
L’UEFA da lui massonicamente presieduta, ha capacità di assegnare di sua iniziativa il premio Fair Play per questa stagione calcistica a livello Europeo all’Olanda che beneficierà in virtù di questo premio, di una squadra in più nelle competizioni Europee. Chiamiamolo pure Scandalo.

Giova ricordare che a Roma qualche mese fa i tifosi del Feyenoord mutilarono un capolavoro del Bernini come la Barcaccia in Piazza di Spagna. Era la vigilia della gara di Champion’s con la Roma.

Come lanzichenecchi invasero Roma ubriachi e devastanti. La Società e la Federazione Olandese si dissociarono da ciò che accadde e non presero neppure in considerazione la richiesta di contribuire al pagamento dei danni, chiesta garbatamente dalla nostra Federazione unitamente alla Roma e al Comune. Questo rifiuto è valso a quanto pare il premio Fair Play e una squadra in più nelle competizioni Europee.

Che Dio lo perdoni ! O Platini è fuso come un vetro di Murano, o è un ipocrita in malafede. Forse neppure lui immagina di aver fatto una figura Fantozziana, avulsa da ogni logica, persino impertinente.

E pensare che era riuscito a plagiare persino l’Avvocato e che dall’Italia ha avuto il trampolino di lancio per la sua carriera calcistica. Non c’entra, ma deve spiegare monsieur Platini perché tanto astio verso il nostro paese.

La decisione di un premio così significativo a degli ubriaconi devastatori, mi pare proprio una presa per i fondelli per il resto d’Europa. Platini è colui che con la maglia della Juve segnò il rigore contro il Liverpool, che regalò la Champion all’Heysel ed esultò con tanto stucchevole ardore scordando i morti allineati fuori dallo Stadio.

Tra lui e Blatter ormai sembrano Cip e Ciop, piegati alle logiche economiche e prigionieri del Dio denaro, tanto da fare i mondiali in Qatar nel 2022 a dicembre.

Qualcuno li fermi sono devastanti.

Inoltre, erre moscia Michel, rifiutò tempo addietro il famoso occhio di Falco già collaudato e messo in funzione dal’Udinese di Pozzo per determinare l’ingresso o meno della palla in porta. Evidentemente doveva distribuire qualche favore altrove facendo spendere alla Uefa centinaia di milioni in più per una attrezzatura già a portata di mano.

Roy Platini ? Hai perso corona e dignità.

Lorenzo Petiziol@MondoUdinese

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy