Chiacchiere da Var: la domenica nera degli arbitri

Chiacchiere da Var: la domenica nera degli arbitri

Fabio Baldas, ex arbitro internazionale, analizza le decisioni arbitrali più discusse della 22esima giornata di campionato

di Redazione

Fabio Baldas, ex arbitro internazionale, commenta alcuni tra gli errori arbitrali della 22esima giornata di campionato, soprattutto in merito all’utilizzo del Video Assistant Referee: “Il Var non ha colpe, è uno strumento e come tale può essere usato bene oppure male, questo dipende dalla correttezza e dalla professionalità di chi lo usa”. Vediamo gli episodi che hanno fatto più discutere:

Crotone-Cagliari, arbitra Tagliavento. A pochi secondi dalla fine, sul risultato di 1-1, l’arbitro Tagliavento dopo aver consultato il Var, annulla un gol regolare del Crotone per il fuorigioco (molto dubbio) di Ceccherini. Situazioni che lasciano l’amaro in bocca per qualcuno e che a mio avviso potrebbero essere evitate se in merito al regolamento si facesse un passo indietro. Una volta era fuorigioco se tra i due corpi c’era luce, ora basta una mano, una spalla o la punta del piede a decretare una rete nulla e questo può mettere in difficoltà interpretativa non solo l’arbitro, ma anche il Var; riconsiderando la regola precedente invece, per ogni situazione si riuscirebbe ad arrivare a decisioni corrette e inconfutabili.

Napoli-Bologna, arbitra Mazzoleni. Il primo errore arbitrale si compie sul dubbio fallo di mano di Koulibaly. Dubbio, appunto, allora perchè non ha cominciato una review?  Nel secondo episodio controverso, quello del fallo su Callejon, la trattenuta era palesemente irrilevante. Questo è il classico rigore per la televisione, ossia quando la trattenuta è visibile televisivamente ma ha un livello nullo di consistenza. Ricordo un arbitro del passato che usava concedere tali rigori, noto per i suoi disastri compiuti ai danni dell’Udinese. All’epoca però non c’era l’ausilio tecnologico tra i cui meriti dovrebbe esserci anche quello di eliminare la paura di sbagliare contro una big.

Milan-Lazio, arbitra Irrati.  Il gol  di Cutrone ha sollevato un vero e proprio vespaio, reo di aver colpito la palla con il braccio. Mi chiedo come sia possibile che agli assistenti in cabina l’episodio sia sfuggito così facilmente, evidentemente non sono state visionate tutte le immagini che il Var può offrire; così facendo però se ne vanifica l’utilità con evidente dispiego di risorse male utilizzate.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy