Fedele: Colantuono sia sé stesso!

Fedele: Colantuono sia sé stesso!

Commenta per primo!

Dico che c’è un discorso di fondo da affrontare. La Lazio innanzi tutto è una squadra che ha coraggio, al di là dei problemi. Inoltre ha qualità in panchina. L’Udinese, invece, ha Danilo…Non so se dipende dal modulo, ma la difesa a tre mi pare inizi a stargli stretta.

L’atteggiamento, in generale, è lo stesso di sempre: Colantuono deve trovare coraggio e andare a cambiare se serve. Un 4-3-3 o un 4-4-2 sono più utili, ma serve fare scelte, anche impopolari. Non si deve pensare di avere Sanchez e compagnia in squadre: qui i centrocampisti non si inseriscono, manca qualità e forse mancano motivazioni.
Edenilson non mi convince, Ali Adnan è discreto, ma non è completo. Zapata deve entrare in forma, ma si sacrifica: è lui stato l’unico che ha mostrato carattere.

Ciò che mi pare evidente è che mancano motivazioni: Colantuono mi pare sia uno con gli attributi, li tiri fuori! Altrimenti è una morte lenta, ma certa se si va avanti così. Il tecnico deve ribaltare le certezze di anni fa, deve cominciare a metterci del suo e a essere sé stesso. Serve uscire da questa melma che sa di vecchio.

Adriano Fedele@Mondo Udinese

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy