Giacomini: Note positive, altri impalpabili

Giacomini: Note positive, altri impalpabili

Commenta per primo!

E’ importante che la squadra giochi prima di tutto, il modulo va interpretato correttamente anche a seconda dell’avversario. Col Bologna il 3-5-2 ha avuto la sua resa, anche grazie all’ingresso di Lodi e Totò. Col Milan non dimentichiamo che si sono subiti tre gol con  lo stesso schieramento, a Bologna invece il primo tempo con la difesa a quattro si stava perdendo. Non si è subito molto, qualcosa di più lo ha fatto il Bologna, alla fine l’importante sono i tre punti.

Marquinho è stato impalpabile al pari di Thereau, poi nella ripresa cambiando modulo l’Udinese ha giocato meglio, con Lodi che ha dato più ordine, mentre è cresciuto Badu. Insomma sono stati fatti cambi giusti, ma soprattutto si è vinto con gli italiani in campo.

Comunque i moduli vanno interpretati, la squadra deve assestarsi, ma se la squadra impara entrambe le soluzioni può migliorare. Al di là degli errori dei singoli, la squadra è venuta fuori nella ripresa, segno che la condizione c’è: questo a dimostrazione che si può giocare bene con entrambi gli schemi, solo che serve giocare bene per due tempi. Non si può regalare troppo, forse serve mettere del pepe a qualcuno che all’inizio entra rilassato. Possiamo, comunque, essere soddisfatti, ci si chiede però perché ci siano queste contraddizioni tra i due tempi.

Massimo Giacomini @MondoUdinese

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy