Giaretta: La prova è stata del collettivo

Giaretta: La prova è stata del collettivo

Commenta per primo!

“Al di là del risultato davvero storico (la Juve non aveva mai perso alla prima giornata) , mi è piaciuto soprattutto l’aspetto caratteriale mostrato dall’Udinese: i ragazzi hanno stretto i denti fino all’ultimo. Ho visto una squadra che anche nel primo tempo ha sempre cercato di uscire, anche se la Juve stava pressando.
Un  accento su su Ali Adnan va dato: arriva da un anno in Turchia, prima ha giocato solo in Iraq, senza sapere la lingua, ha dimostrato che con abnegazione e qualità ha saputo tenere botta allo Stadium. Ma al di là di questo vorrei esaltare soprattutto la prestazione del collettivo. I ragazzi hanno preso la strada giusta, guai a mollarla però. Il mister lavora tanto, ora sanno che lo devo seguire doppiamente in tutto e per tutto.
Ma se lavoriamo così possiamo fare un campionato tranquillo e toglierci qualche soddisfazione, ma prima di tutto raggiungiamo i 40 punti. I valori credo usciranno dalla quinta giornata in poi, il campionato sarà difficile, non montiamoci la testa, ma ho grande fiducia nel mister e nei ragazzi”.

“Speriamo che grazie a questa vittoria abbia un’impennata anche la campagna abbonamenti: un passo grande i ragazzi lo hanno fatto, i giocatori hanno bisogno della gente per creare davvero un fortino in casa”

“Nessuno ha dichiarato che ci si vuole privare di Kone: non  dobbiamo fare valutazioni affrettate, facendosi prendere da ansie o da certezze dopo una vittoria. Serve calma in tutte le cose, dico che la qualità maggiore di questo club è proprio avere equilibrio in chi deve prendere decisioni”.

Cristiano Giaretta @MondoUdinese

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy