Ma quale sfortuna! (Di M. Giacomini)

Ma quale sfortuna! (Di M. Giacomini)

L’analisi sull’Udinese di Massimo Giacomini, dopo il ko col Genoa

Commenta per primo!

Non capisco, è davvero un imbarazzante la situazione. Siamo davanti a una situazione dove si vede un Genoa che gioca col 3-4-3, con due giocatori a sinistra e due a destra. Colantuono mette Edenilson e Adnan e si è andati in inferiorità. Perdiamo i confronti sulle fasce costantemente.

Non abbiamo poi mai fatto un’azione vera, e solo un episodio ha consentito il vantaggio sulla punizione. Non si può più parlare di sfortuna: tutti hanno fatto errori su situazioni dove invece la fortuna ci era venuta addosso. Loro hanno segnato su un rigore regalato e un tiro che doveva essere evitato. Poi è entrato Totò che ha fatto riscattare Perin sulla rovesciata.

La squadra va a singhiozzo: primo tempo mai giocato, se si parla di sfortuna è davvero troppo. Obiettivamente il Genoa ha meritato. Punto. Noi però potevano pareggiare grazie ai regali fatti dai rossoblu.

Zapata era in condizioni a dir poco scarse: perché non sostituirlo? E perché doveva difendere nella nostra area? Come si può pensare che questa squadra che aveva una bella condizione prima di Natale, ora si possa salvare senza correre? Uno che è in condizione non sbaglia i passaggi.

E poi questo modulo non è adatto a questa squadra, gli esterni vanno sempre in difficoltà. Se non si vedono gli errori è inutile parlare: il Genoa ha vinto meritatamente e clamorosemte ha rischiato di regalare il pari.
Qui si confonde l’impegno col risultato: nessuno nega che i biancori si impegnino, ma i risultati sono sotto gli occhi di tutti.

Massimo Giacomini @MondoUdinese

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy