Nappi: Genova e il suo stadio sono un tutt’uno

Nappi: Genova e il suo stadio sono un tutt’uno

Genova e il suo stadio sono un tutt’uno ed è certo che un impianto del genere dia molto ai giocatori. E’ così anche per la Juve. In questo momento il Genoa sta venendo da un momento non  brillante, il pubblico può sostenere molto i rossoblu.
In questo periodo comincia la volata finale: l’Udinese non può pensare, a salvezza acquisita, che il campionato sia finito. Deve avere motivazioni, non ha fatto una stagione esaltante, però ha giocatori forti e  può togliersi soddisfazioni da qui alla fine.
Il Genoa, invece, deve sfruttare il fattore Marassi, anche perché fuori ha sempre fatto bene e ora serve fare lo stesso in casa.
Uomini chiave della sfida?  Di Natale, ovviamente! E’  impressionante quel che fa nonostante l’età, tutti gli allenatori  lo vorrebbero ancora. Uno in  particolare del Genoa non c’è, è il gruppo che fa la differenza. Se dovessi dire un nome, però, dico Perotti: mobile e veloce, i suoi inserimenti possono fare davvero male.
Della sfida tra Genoa e Udinese ricordo sempre tanti gol: non so perché vengano fuori queste partite, forse perché da sempre sono compagini che giocano e lasciano giocare. Gasperini si scopre parecchio, l’Udinese può colpire in modo micidiale in contropiede. Per questo pronostici non ne faccio, è una gara che può finire anche 4-4!
Sui tecnici, Stramaccioni è giovane, ma ancora deve mostrare a pieno le sue idee. Tra lui e Gapserini dico il secondo perché mi assomiglia di più: è spregiudicato!

Marco Nappi © Mondoudinese

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy