Simoni: Chi è più potente sarà sempre il padrone. Juve per prima.

Simoni: Chi è più potente sarà sempre il padrone. Juve per prima.

Bisogna mettere il più possibile la tecnologia nel calcio, poi però vedremo chi la leggerà: qualche dubbio rimarrà sempre. Le altre nazioni sono un attimo in avanti, noi da italiani se si può fregare il prossimo lo si fa, per cui nemmeno la tecnologia credo salverà il calcio da questo. Cerchiamo piuttosto di fare quello che si può, le arrabbiature ci saranno però sempre, perché chi è più potente sarà sempre il padrone. Juve per prima.

La sudditanza psicologica è un fatto che esiste in tutti noi. Porto  altri esempi: se ti suona al campanello un disperato non apri, se suona Agnelli e ti chiede un caffè gli dai una cena. Gli arbitri, per arrivarci, ci cadono alla stessa maniera. Recrimini, ti batti, ma non cambierà mai nulla in Italia purtroppo.

Passiamo a Inter-Udinese: l’Inter è nel mio cuore, ho visto un miglioramento, Mancini ha mostrato un bel gioco, anche con la Roma, anche se gli episodi sono andati un certo modo. Ho visto personalità, cosa che nelle precedenti partite non si vedeva. Adesso i giocatori devono trovare una svolta, è una squadra tecnicamente superiore sul piano individuale all’Udinese, che non mi pare in grandi condizioni.

Stramaccioni? Non impazzisco per lui, ma mi piace perché sa di calcio, è realista, non trova scuse, è uno che sa quello che vuole, è elegante e preparato. Il fatto è che è molto giovane, non ha esperienza da giocatore, può avere qualche difficoltà, ma le basi per fare bene ci sono. E poi ha Stankovic vicino che non è poco, penso che lui e l’Udinese possano solo migliorare.

Comunque vista la classifica, a questo punto del campionato, le gare sono importanti: se l’Inter perdesse o pareggiare sarebbe un fallimento, se l’Udinese altresì facesse risultato prenderebbe morale e potrebbe guardare all’alto e non alla metà classifica. Avrà risvolti importanti, non è una partita facile da leggere. Gli infortuni dell’Udinese hanno pesato, ma ora può recuperare, l’Inter è in ripresa, come detto: è difficile fare un pronostico.

Gigi Simoni
©Mondoudinese

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy