Turci: Campionato sufficiente, ma non oltre

Turci: Campionato sufficiente, ma non oltre

Non sono sorpreso di quanto successo: quando parlavamo di media punti si diceva che era mediocre, è fuori discussione. Il campionato è stato sufficiente, ma non si è andati oltre: i numeri parlano chiaro, di conseguenza non sono sorpreso dell’avvicendamento.

Colantuono non lo conosco, ha esperienza, ha fatto molto bene a Bergamo: ha sempre fatto del carattere e della grinta le sua armi migliori. Forse è questo che ha fatto pendere l’ago della bilancia verso di lui, anche perché una delle critiche rivolte a Strama è quella di non aver trasmesso i giusti stimoli. Anche nel finale di stagione in calando  è venuta meno la parte agonistica: una delle motivazioni per spiegare la scelta è questa. Le caratteristiche di Colantuono sono certamente diverse, anche se manca l’ufficialità della scelta.

Parlando di due ex bianconeri, Calori ha accettato una scommessa a Brescia, prendendo in mano una situazione al limite: ha avuto coraggio, non era da tutti accettare una situazione così. Difficile valutare quello che ha fatto in queste condizioni.

Valerio Bertotto ha lasciato la nazionale di Lega Pro: solo lui può dire se è pronto a una Serie B o a una serie A, certo è vero che gente con meno esperienza ha già allenato in queste categorie.

Fabio Rossitto ha fatto qualcosa di straordinario, prendendo il Pordenone con 5 punti: tutti nel nostro girone davano per scontata la retrocessione. Così non è stato, ha fatto 26 punti in 23 partite. Se dovessimo fare una proiezione matematica significa più di un punto a partita, se la squadra avesse avuto questa media anche prima si sarebbe slavata. Perciò non è una sorpresa Fabio, che il Pordenone lo confermi o no non cambia il giudizio su di lui.

Gigi Turci @MondoUdinese

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy