Turci: Di Natale stratosferico

Turci: Di Natale stratosferico

L’idea che mi sono fatto in queste partite è di una Udinese in salute: ha messo in campo le motivazioni forse mancate nelle uscite precedenti. Una ottima vittoria contro il Milan, con l’Inter c’è stata una ottima prestazione. Certo che il Milan visto a Udine è davvero poca cosa, l’Udinese ovviamente ne ha approfittato, meritando di vincere.

Contro l’Inter si è ripetuta la prestazione vista col Milan, anzi per certi versi è stata migliore: gli episodi sono stati però tutti sfavorevoli, però dal punto di vista motivazionale l’Udinese è stata padrona. L’Inter ha abbassato i giri del motore, ma il problema è loro. Peccato perché tutto sommato un risultato positivo ci stava.

Gli episodi vanno analizzati nello specifico: la doppia ammonizione a Domizzi va vista in più modi. Dipende da cosa ha detto all’arbitro nella prima ammonizione, il giallo è stato preso per proteste.  Se ha solo manifestato il disappunto è una cosa, se ha detto altro è un altro conto. Nella seconda ammonizione non doveva mettersi in certe condizioni, ma è facile parlare da fuori campo. Sul terreno di gioco le sensazioni e le letture sono spesso diverse.
Certamente la situazione è diventata esasperata perché le decisioni di Rocchi sono sembrate tutte sbagliate: questo ha innervosito gli animi, si può capire ma non giustificare. Alla fine protestare in maniera eccessiva non ha portato frutti. Oltre al danno c’è sempre la beffa, si doveva mantenere la calma. L’arbitro ci ha messo del suo, ma anche l’Udinese ci ha messo il suo: difficile giustificare il comportamento.

Chiusura su Di Natale: il suo obiettivo l’ha raggiunto, vorrà migliorare certamente il record. L’obiettivo quest’anno e il prossimo sarà magari raggiungere Altafini e Meazza. Sarebbe qualcosa di stratosferico. Se non dovesse continuare a Udine lo farà certamente in Italia.

Gigi Turci @Mondoudinese

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy