AAA cercasi attaccante svincolato

AAA cercasi attaccante svincolato

Le premesse erano decisamente diverse, ma l’Udinese ha imboccato una strada pericolosamente in salita e, visto che gli imprevisti sono all’ordine del giorno, ora deve cercare di rendere meno pericoloso possibile il cammino per la salvezza, che – al momento – appare tutt’altro che scontato. Parma Raffaele PalladinoDi errori in fase di programmazione ne sono stati commessi diversi. Li abbiamo elencati qualche puntata fa ed è inutile tornare a ricordarli, perchè ormai non si può tornare indietro. Al massimo si può intervenire per limitare l’emergenza. Insomma chi, dopo due stagioni, avrebbe voluto vivere un campionato tranquillo e senza patemi, è pregato di lasciare la “sala”. L’Udinese offrirà ai suoi tifosi un’altra stagione al cardiopalma. Eppure si può ancora intervenire. L’infortunio di Guilherme è stata la prima tegola caduta sulla testa di Stefano Colantuono. Il brasiliano, che è ancora in Brasile a curarsi, rientrerà probabilmente a fine novembre ed è per questo che la società ha deciso di ingaggiare lo svincolato Francesco Lodi. Un acquisto, ovviamente, dettato dalla necessità di tamponare una pesante assenza nel mezzo (innanzitutto, però, c’è da chiedersi se davvero Guilherme sia il giocatore giusto per quella posizione..). Dieci giorni fa a Bologna è arrivata un’altra doccia fredda: lo stop di Duvan Zapata, che rientrerà nel 2016. E adesso è più giusto puntare su Aguirre? (o Perica?) O ricorrere al mercato degli svincolati per evitare ulteriori patemi, come avvenuto nel caso di Guilherme? L’interrogativo al momento appare privo di risposta. Lo scorso anno Andrea Stramaccioni si ritrovò a gennaio senza Alex Geijo e con Cyril Thereau non in perfette condizioni, tanto da dover puntare su Bruno Fernandes come spalla di Antonio Di Natale. I risultati arrivarono a singhiozzo, ma la classifica non preoccupava perchè quelle famose vittorie di inizio stagione con Lazio, Napoli e Parma consentirono ai bianconeri di “vivere di rendita” praticamente per l’intera stagione. Ma quest’anno le cose sono un po’ diverse. La squadra fatica a ingranare e la posizione in classifica non è poi così tranquilla. Ecco perchè alla luce del grave infortunio di Zapata, l’ipotesi di tornare sul mercato non è assolutamente da scartare a priori. Guardando la lista degli svincolati, c’è un nome che potrebbe fare al caso dell’Udinese: Raffaele Palladino. L’attaccante napoletano classe ’84 ha concluso a maggio la sua avventura al Parma e ora è in cerca di nuova sistemazione. Pur essendo assente dai campi di calcio da diversi mesi, Palladino si sta regolarmente allenando ed è dunque in condizioni fisiche discrete. Potrebbe essere un’idea… Chissà… Di certo l’assenza di Zapata si farà sentire, pur nella consapevolezza di poter contare sul sempreverde Di Natale, a un passo dal compleanno numero 38. Ma la strada intrapresa quest’anno dall’Udinese è particolarmente tortuosa e ripida, non si può lasciare Totò da solo… Evitiamo i rimpianti, grazie.  

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy