Borriello e l’Udinese, quanti gol firmati dal 22

Borriello e l’Udinese, quanti gol firmati dal 22

L’attaccante rossoblù sembra avere una predilezione per i friulani, puniti più volte nel corso della sua lunga carriera spesa in area di rigore

Commenta per primo!

B per Borriello, ma anche B per Bestia nera. Per l’Udinese con ogni sua maglia, di testa in tuffo oppure dal dischetto. Toro che incorna quando vede bianconero, globetrotter italico classe ’82, Marco Borriello, domenica 23 aprile, proverà ancora una volta a insaccarla in quella rete più volte già bucata lungo tutta una carriera trascorsa indossando le casacche di club come Milan, Roma, Juventus, Atalanta e infine Cagliari.

Sono ben dieci infatti le marcature che il centravanti napoletano ha messo a segno contro i friulani divenuti, nel corso degli anni, tra le vittime preferite del bomber da diciannove realizzazioni fin qui in questa stagione. Quattro in coppa, quindici in campionato: cifre incredibili per il trentaquattrenne attaccante da copertina che in terra sarda sta riscoprendo una seconda giovinezza. In maglia rossoblù la punta anche ex Carpi, Reggina e West Ham è riuscita a trovare la via del gol intrapresa già nove anni orsono, quando i medesimi colori stampati sulla divisa rappresentavano per Borriello la parentesi forse più lieta della sua lunga militanza tra squadre di tutto il paese.

Stagione 2007-2008, Borriello è alla prima delle sue tre esperienze come puntero in forza al Genoa. Alla fine di quel campionato il partenopeo avrà totalizzato uno score di 19 gol, sei di questi tutti all’Udinese. Due triplette a un certo Samir Handanovic, una all’andata, l’altra al ritorno, e record personale di marcature in Serie A al termine di quell’annata per lui storica.

Che il feeling del cannoniere partenopeo con la porta friulana derivi forse dalla sua breve parentesi al servizio della Triestina nel 2001 in C2? O magari tutto è iniziato al Treviso cinque anni dopo, precisamente all’ultima di campionato 2005-2006: mentre la Juventus agguantava uno Scudetto poi revocato, Borriello schiantava in terra veneta l’undici di Giovanni Galeone con una doppietta, ultimo saluto della sua squadra alla massima serie.

Udinese-Cagliari, di conseguenza, non può che assumere i connotati di una sfida dentro la sfida. Contro i ragazzi di coach Gigi Delneri al “Friuli”, il goleador con un passato pure all’Empoli e alla Sampdoria avrà uno stimolo in più per incrementare il suo già ricco bottino frutto di un fiuto per il gol rimasto invariato nonostante l’età che avanza.

Oltre al riscatto nei confronti di chi lo dava come finito, inoltre, c’è una scommessa che attende di essere riscossa. Lanciata dall’amico Christian Vieri con un videomessaggio trasmesso il giorno della presentazione del numero 22 al club allenato da Massimo Rastelli, questa prevedeva che al raggiungimento dei quindici gol segnati il Bobo nazionale avrebbe pagato a Borriello le vacanze verso una meta ancora da decidere. L’obiettivo è stato raggiunto, ma c’è da credere che il centravanti a cui Gian Piero Ventura ha recentemente chiuso le porte della nazionale abbia altri sassolini da togliersi dai suoi scarpini imperituri, altri gol per firmare una stagione ancora al top.

Simone Narduzzi

Marco Borriello

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy