Cinque cuori in affitto

Cinque cuori in affitto

L’attacco dell’Udinese 2015/16 sarà composto da Sua Maestà, il Sempreverde, il Capitano Totò Di Natale. Accanto a lui la Pantera Nera, Duvan Zapata, cuginetto di Cristian (non si sa che parentela abbia con Alexis…).
E se anni fa si con il termine ‘DinaMu’ per celebrare l’accoppiata tra Totò e Muriel, oggi vista al sfortunata avventura dei due assieme, evitiamo nuove avventure neologistiche.
La speranza è che il giovane virgulto in prestito dal Napoli sappia fare meglio di alcuni suoi predecessori che hanno faticato non poco all’ombra del Re Leone.
La speranza è che Dubàn (letteralmente si legge così) sappia giocare con Di Natale, non per Di Natale. La differenza è sostanziale. Nel primo caso tutto funzionerà: Zapata che spopola allargandosi, giocando anche spalle alla porta e portandosi via almeno un difensore creando spazi sia per il Capitano, sia per gli inserimenti delle mezzali.
Nel secondo caso si rivedrebbe un gioco stantio, che negli ultimi due anni ha vissuto solo grazie alla luce riflessa dalle giocate del numero 10.

Ma attenzione! In attacco ci sono anche Thereau, Aguirre e Perica. Cinque cuori per due maglie.
La convivenza in appartamento può sembrare difficile, ma si prega di ripercorrere quanto successo l’anno scorso quando il povero Strama fu costretto  chiedere scherzosamente al collega Di Francesco se, durante la gara col Sassuolo, gli poteva prestare un giocatore in attacco.
Insomma, non si può non tener conto di acciacchi e varie ed eventuali.

Ma che altre coppie si possono immaginare? Thereau, come giustamente ha affermato  Marco Tavian su queste pagine, assomiglia per modo di stare in campo più a Totò che a Zapata. Il francese non gioca spalle alla porta, si accentra e tecnicamente tende a cercare la giocata o al sponda. Insomma con Duvan si incastrerebbe bene, ripercorrendo quanto detto per Totò.

La coppia tra il francese e il capitano la conosciamo, com presi i problemi: non sono proprio complementari, più che altro sono due alter ego che devono sacrificarsi a vicenda. L’anno scorso, nonostante tutto, 25 gol li hanno segnati, non è poco. Chissà, magari con due mezzali che si sanno proporre meglio del recente passato, possono fare anche di più.

Tutta da verificare la coppia di uno di questi due con Aguirre o Perica: entrambi questi ultimi appaiono più come prime punte, anche se veloci. Forse per tipologia di gioco si adattano a giocare più con Totò, mentre con Duvan e Thereau tutto è ancora da valutare sul campo.

Infine la coppia giovane: Perica e Aguirre. Il futuro è qui? Il croato ha velocità e potenza da vendere, ma la mira è da raddrizzare. L’uruguaiano è il goleador del pre stagione, ma attenzione agli abbagli. Di questi tempi in Italia tutti i tifosi pensano di avere una Ferrari, ma alla fine una vince, qualcuna si piazza bene, molte si rivelano un’Arna.

Insomma cinque cuori in affitto per un’Udinese in divenire: trovare la coppia più bella del mondo (bianconero) è l’obiettivo di quest’estate.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy