Corsa a tre a distanza per l’obiettivo decimo posto

Corsa a tre a distanza per l’obiettivo decimo posto

Udinese 43 punti, Sampdoria 45, Torino 48: a cinque giornate dalla fine analizziamo il percorso delle tre pretendenti a un posto fra le prime dieci

Commenta per primo!

Di fiato sempre meno, l’acido lattico fa capolino. Se lontana è la vetta e quelle dietro fan fatica, la maratona dell’Udinese in questi ultimi chilometri prima del traguardo di fine maggio si prospetta come un testa a testa fra le squadre che, con i friulani, condividono andatura e posizione in mezzo al gruppone di club in corsa. Per la salvezza, per l’Europa o semplicemente, ed è il caso dei bianconeri, per un miglior piazzamento al termine della stagione. I ragazzi di Gigi Delneri, infatti, sono i piena lotta per la conquista del decimo posto e si affacciano alle cinque giornate conclusive di campionato con uno sguardo alle rivali nel raggiungimento di quello che sarebbe un risultato importante sul quale poter costruire la prossima stagione insieme a mister Gigi da Aquileia.

Sampdoria a 45, Torino a tre punti in più. Queste le contendenti nell’inseguimento bianconero iniziato in avvio di aprile con la vittoria sfumata in extremis sui granata di Sinisa Mihajlovic. Rivali nel prossimo turno che vedrà l’Udinese impegnata al “Dall’Ara”, avversario il Bologna, blucerchiati e granata si affronteranno allo stadio “Olimpico” in uno scontro diretto grazie al quale i friulani – in caso di risultato positivo contro gli uomini di Donadoni – potrebbero accorciare sulle due squadre che al momento occupano decima e nona piazza in classifica.

Temperature in rialzo coi primi di maggio e match sempre più caldi per i club presi in esame. Allo “Stadium” il Torino è atteso da un derby in cui grande è la voglia di rivalsa dopo il 3-1 casalingo subito per mano dei cugini juventini all’andata. Per Samp e Udinese, invece, ostacoli formato Europa da bloccare nella 35a di A. Mentre i doriani saranno impegnati nella difficile trasferta a Roma, sponda Lazio, le zebrette sfideranno l’Atalanta sotto l’abbraccio del proprio pubblico domenica 7 maggio alle ore 12.30.

Per il Torino turno difficile anche quello in programma per la settimana successiva. L’undici di Mihajlovic ospiterà, infatti, il Napoli. Di un eventuale passo falso granata vorrebbero approfittarne blucerchiati e bianconeri, i cui incontri col Chievo Verona a “Marassi” e allo “Scida” contro il quasi retrocesso – quasi perché ad oggi solo cinque lunghezze lo separano dall’Empoli – Crotone, sulla carta rappresentano partite senza dubbio più accessibili.

Il match clou in questa rincorsa principalmente a scopo economico, però, si gioca domenica 21 maggio sul terreno dell’Udinese. Sotto l’arco dei Rizzi Danilo e compagni lotteranno proprio con la Sampdoria degli ex Quagliarella, Bruno Fernandes e Muriel mentre il Torino farà tappa a Genova dove ad attenderli ci sarà un Grifone all’ultima di fronte al pubblico che spesso ha deluso nel corso di questa annata.

Inter-Udinese, Torino-Sassuolo e Sampdoria-Napoli, infine, chiudono il quadro delle gare dove il destino dei friulani si andrà a intrecciare con quello delle due principali avversarie in quest’ultima parentesi stagionale.

A conti fatti, il più ostico fra i calendari è certamente quello del Torino, ma gli attuali cinque punti dei granata sui bianconeri potrebbero spingere questi ultimi a considerare il proprio percorso soltanto in relazione ai risultati della Doria, per una sfida a distanza che rievoca antiche rivalità e bottini di ben altro valore.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy