Piccoli “gladiatori” crescono

Piccoli “gladiatori” crescono

E sono quattro. Le sfide con Torino, Atalanta, Fiorentina e Genoa hanno portato nelle “casse” bianconere sei punti. Un bottino non eccezionale in sè, ma importante per la continuità di prestazioni messe in campo dall’Udinese. La squadra c’è, su questo non vi sono dubbi. GENOA-UDINESE CAMPIONATO SERIE A TIM 2014-2015Su un campo storicamente ostico per i colori bianconeri, gli uomini di Andrea Stramaccioni sono riusciti a conquistare un pareggio importante, a pochi giorni dalla sfida che potrebbe chiudere definitivamente il discorso salvezza. Mercoledì, infatti, l’Udinese è attesa dalla trasferta a Parma, un recupero “facile” solo sulla carta. Sommersi dai problemi finanziari e già rassegnati a salutare la serie A, i ragazzi di Roberto Donadoni stanno dimostrando un temperamento e una forza d’animo encomiabili. Il pareggio di ieri pomeriggio in casa dell’Inter – oltre a sottolineare gli infiniti limiti della squadra di Roberto Mancini – merita solo applausi e mette in allerta proprio l’Udinese: non è tempo di regali. E, soprattutto, non c’è tempo da perdere. Strama avrà a disposizione solo due allenamenti (questa mattina è in programma una seduta defaticante) per studiare l’undici anti-Parma. Undici del quale non faranno parte gli squalificati Pinzi e Piris (che torneranno dunque a disposizione per la sfida interna con il Palermo in programma domenica al Friuli) e che invece ritroverà Danilo. Con il dubbio Heurtaux, uscito dal Ferraris con un sospetto stiramento. Magari si rivedrà in panchina Domizzi, che ha ripreso da alcuni giorni ad allenarsi con i compagni dopo circa due mesi di assenza per infortunio. Aldilà, comunque, di chi scenderà in campo sarà fondamentale rivedere lo stesso spirito ammirato ieri. Quello combattivo, aggressivo, da “gladiatori“, come l’ha definito il patron Gianpaolo Pozzo al termine della sfida con il Genoa. E quella parola di origine romana richiama chiaramente a un giocatore: Pinzi, da sempre simbolo del temperamento dell’Udinese. Non sarà di certo un caso che con il rientro di Giampiero l’Udinese ha centrato quattro risultati utili consecutivi (non accadeva da inizio stagione). Un esempio per i più giovani che stanno crescendo alle sue spalle, un faro sempre luminoso per quelli più esperti. Speriamo che la sua assenza al Tardini non si faccia sentire…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy