Questo non è un punto guadagnato (Di L.Petiziol)

Questo non è un punto guadagnato (Di L.Petiziol)

Cerchiamo di fare i pragmatici e non i soliti lecca lecca. Se qualcuno sostiene che questo è un buon punto, non continui a leggere, tempo perso.

Pareggiare in casa contro il Sassuolo visto a Udine è fortemente pericoloso.

Il valore di una prestazione si misura anche tenendo conto dell’avversario che hai di fronte, ed il Sassuolo di Udine era una squadra fumetto.

Berardi, che a mio avviso ha le stigmate del fenomeno, non ne ha azzeccata una, a volte ho avuto l’impressione che lo facesse apposta.

Certe assenze mi lasciano perplesso e così l’Udinese riesce a uscire indenne dal Friuli senza che il portiere Consigli abbia fatto una parata. E neppure Karnezis.

Che partita è stata ? Desolante se assommiamo primo e secondo tempo, dando alla ripresa un leggero valore aggiunto per l’inserimento di qualche giocatore come Widmer e Aguirre. Di buono rimane il reparto difensivo ordinato e preciso, ma anche in questo caso bisogna valutare chi hai di fronte e, ripeto oggi Duncan, Defrel e Floro Flores avevano preso un giorno di ferie.

Mi piace sottolineare la prova di Fernandes capace di sprintare e inventare soluzioni offensive senza peraltro trovare adeguato sostegno nei compagni, e quella di Widmer voglioso di intascare la sua dose di applausi.

Pensate che i commentatori di Sky Barone e Onofri ci hanno messo più di dieci minuti per stabilire il migliore in campo.(Lodi)

Non che serva molto, ma questo la dice lunga sulla performance della squadra di Colantuono, al quale non muovo colpe particolari se non quelle di lavorare in convento senza frati.

In poche parole, e qui mi ripeto per l’ennesima volta, questa è una squadra che è costruita con i pantaloni senza tasche e che oltretutto ha perso sfortunatamente un giocatore come Zapata che ha lasciato orfano un attacco sempre più in difficoltà a centrare la rete.

Non basta la buona volontà di Perica, la gran voglia di Augirre la duttilità di Thereau o le genialate di Totò, serve gonfiare la rete e l’impresa sembra sempre più difficile.

Sia chiaro che per me questo non è un punto guadagnato,ma due persi e se anche il Bologna si rimette a vincere l’allegria piglia una sonora bastonata.

Pensiamo comunque positivo, ma con la  lealtà di dire ognuno il proprio pensiero. Non pretendo di avere la verità in tasca, e quelli che ce l’hanno mi fanno paura, e paura mi fanno coloro che per piaggeria verso i padroni irridono una realtà che tutti hanno potuto vedere.

Il calcio è questo, ed bello per questo, ognuno ha la sua soluzione. Io non né ho, ma ho solo la speranza di vedere giocare bene la mia Udinese e possibilmente di vederla vincere.

Sento tante persone pontificare le loro verità che pare abbiano ingoiato un moscerino … tanto da sembrate con  più cervello nello stomaco che in testa.

Lorenzo Petiziol@mondoudinese.it 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy