Salvezza lontanissima

Salvezza lontanissima

L’Udinese sembra volersi complicare il cammino: la salvezza è una pratica tutt’altro che archiviata. La squadra va a rilento come quei download eterni che ti fanno patire

Commenta per primo!

Cinque punti in quattro partite da quando è arrivato De Canio sarebbero  un buon bottino se non fosse che siamo a cinque partite dalla fine del campionato e questa benedetta salvezza sembra non arrivare mai, sembra lontanissima, un po’ come quei download quando ci capita di scaricare qualcosa da internet, un trattino ogni minuto, un punto di percentuale alla volta, in grado di farti saltare i nervi per la lentezza che ci impiega, per poi magari arrivare al 99 % e bloccarsi.

Non è quello che ci si augura per l’Udinese ovviamente, ma se questo campionato non è ancora stato messo in cassaforte, i motivi vanno ricercati in casa bianconera, mentre bisogna fare solo i complimenti a Carpi e Frosinone per la tenacia che ci stanno mettendo per rimanere nella massima serie, motivo per il quale quei soli cinque punti di vantaggio sui ciociari, non faranno dormire sonni tranquilli.

Con il Chievo l’Udinese non ha disputato una gran partita, mettendo in mostra i soliti problemi in attacco ed in fase di costruzione, dovuti sicuramente anche alla tignosa prestazione dei clivensi, arrivati senza patemi di classifica, senza comunque mai riuscire ad impensierire la difesa bianconera, nemmeno in quel breve periodo nel quale hanno giocato con l’uomo in più.

Eppure l’Udinese, nonostante due chiare occasioni da gol, non ha mostrato la stessa verve e lo stesso atteggiamento visto con Sassuolo e Napoli, dando l’impressione che l’effetto De Canio stia già finendo.

Rimane comunque un punto importante, perchè di fronte c’era una squadra molto carica che arrivava da tre vittorie di fila e se quando è stata raggiunta la parità numerica in campo, per l’espulsione di Meggiorini, non si è tentato il tutto per tutto pur di vincerla, non è stata una scelta sbagliata.

L’ingresso di Heurtaux e lo spostamento di Widmer ci possono stare, a pochi minuti dalla fine, in dieci contro dieci, con un’Udinese incerta ma che si prende il punto e attende la prossima gara casalinga da disputare contro la Fiorentina tra pochi giorni.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy