Se Di Natale dovesse smettere, la gara d’addio va fatta con i grandi

Se Di Natale dovesse smettere, la gara d’addio va fatta con i grandi

Se Di Natale dovesse smettere, la gara d’addio va fatta con i grandi ex dell’Udinese: da Biehoff fino ad Amoroso e Poggi, da Bertotto e Calori fino a Edinho e Galparoli. E con Totò stella assoluta. Ma possibilmente da organizzare a giugno

Che cosa farà Di Natale da grande? Certamente si dedicherà ai ragazzini, magari con un ruolo da dirigente che Paròn Pozzo potrebbe creare ad hoc per lui. Magari un titolo del tipo ‘responsabile del vivaio dell’Udinese‘ o cose simili.

Ma la domanda che tutti si pongono è ancora: quando smetterà col calcio? Davvero a Natale sotto l’albero Di Natale porterà un regalo non di certo richiesto dai tifosi bianconeri?

Per ora ‘sa tutto Pozzo‘, come detto dal capitano in conferenza stampa. E il Paròn sta bene attento a sbilanciarsi. Lo fa un po’ di più il ds, Cristiano Giaretta, che su queste pagine ha affermato che  ‘proveremo a fargli cambiare idea qualora dovesse decidere di dire basta‘.

La società ci proverà in tutti i modi a convincerlo a proseguire fino a giugno, ma l’ultima risposta spetta a Totò. Che dopo quanto fatto in 20 minuti sia con la Samp, sia soprattutto col Chievo potrebbe ritrovare l’entusiasmo perduto. Certe giocate valgono ancora il prezzo del biglietto e se l’Udinese è uscita con i tre punti dal Bentegodi il merito è di Thereau, ma anche di chi gli ha fornito l’assist della terza rete. Che porta la solita firma inconfondibile, quella dipinta come con un pennello dal piede magico che ha portato 208 dipinti alla Tintoretto.

Già, ma se davvero decidesse di lasciare? Qualcuno ha ipotizzato che la gara con la Juve, quella nel nuovo stadio finito, potrebbe essere l’occasione per l’addio. Forse troppo impegnativa per il valore sul campo, così qualcuno inizia a chiedere al club che si attivi per disputare quella famosa gara tra chi ha scritto la storia dell’Udinese: Bierhoff, Amoroso, Poggi, Calori, Edinho e soprattutto Zico da una parte. Di Natale e le stelle degli ultimi anni dall’altra.

Un gara simbolica che riempirebbe il Friuli, forse il miglior modo per dire ‘grazie’ a tutti e in particolare modo a Di Natale. Ovviamente tutti sperano che questa partita evento si possa tranquillamente spostare a giugno, non c’è fretta.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy