Maxi Lopez vs Zapata: incroci “pericolosi” a NordEst

Maxi Lopez vs Zapata: incroci “pericolosi” a NordEst

L’attaccante argentino ha vestito la casacca della Samp in due momenti diversi, mentre il colombiano ha difeso i colori dell’Udinese nelle ultime due stagioni. E domani si affronteranno al Friuli

di Castellini Barbara, @barchettazzurra

Uno ha deciso di fare all in sull’Udinese, provando a giocarsi le ultime chance di rilancio in Serie A. L’altro, dopo un’estate da “separato in casa” al Napoli, ha trovato nella Sampdoria l’occasione per consacrarsi definitivamente. Stiamo parlando, ovviamente, di Maxi Lopez e Duvan Zapata, due attaccanti dai destini incrociati che domani alle 18 si affronteranno allo stadio Friuli con un solo obiettivo: riprendersi una piccola rivincita con il passato.

L’argentino classe ’84, arrivato a Udine in estate dal Torino dopo due stagioni difficili, è stato scelto dall’Udinese proprio per sopperire alla partenza di Zapata. Finora sono 4 le presenze collezionate da Maxi Lopez e nessuna rete all’attivo. Eppure mister Gigi Delneri ha puntato forte sull’ex Toro, così come il pubblico lo ha acclamato fin dal suo esordio in bianconero. Una condizione non ancora ottimale e un’intesa da affinare con i nuovi compagni però non gli stanno consentendo di esprimersi al meglio. Chissà che il bomber sudamericano non si sblocchi proprio domani, contro la “sua” Sampdoria. Lopez, infatti, ha vestito la casacca blucerchiata la prima volta nella stagione 2012-2013 collezionando 17 presenze e siglando 4 reti e la seconda da gennaio a giugno 2014 (11 presenze, un gol). Numeri che non convinsero del tutto la dirigenza doriana a riscattarlo dal Catania e così nel giugno del 2014 passò al Chievo. Una mezza sconfitta per l’ariete ex Barcellona, partito come titolare e poi chiuso dall’esplosione di Stefano Okaka (guarda caso proprio l’attaccante sul quale aveva deciso di puntare forte l’Udinese nel corso dell’ultima sessione di mercato estiva, rimasto al Watford). Ecco perchè per Maxi la gara di domani non sarà “come le altre”.

Stesso discorso vale per Duvan, che per la prima volta affronterà l’Udinese da avversario. Spesso finito nel mirino della critica – a volte a ragione, a volte no -, Zapata ha collezionato 25 presenze condite da 8 gol nella sua prima stagione in bianconero e 38 gettoni impreziositi da 10 reti nella passata. La sua fisicità e il suo agonismo, uniti a una discreta velocità, sono i punti di forza di un attaccante spesso sottovalutato e che ora si sta affermando con la maglia della Samp. Due reti in tre partite: non ci poteva essere inizio migliore per il colombiano classe ’91. Chissà cosa accadrà domani nel caso in cui riuscisse a superare Bizzarri… esulterà oppure no? Probabilmente tutto dipenderà da come verrà accolto alla lettura delle formazioni dal pubblico di casa, spesso diviso in merito alle sue prestazioni. Nel frattempo il partito di chi lo rimpiange registra una costante crescita di adepti.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy