Napoli-Udinese: una partita, mille colori

Napoli-Udinese: una partita, mille colori

Statistiche proibitive per l’Udinese ma mai dire mai nel calcio, in una partita dove regnano tante storie di mercato e soprattutto quella di Totò Di Natale

Commenta per primo!

Napoli-Udinese una partita sempre speciale e spesso ad alta tensione, partiamo dai numeri:

Nelle ultime 4 partite di Serie A contro il Napoli, l’Udinese ha conseguito 3 sconfitte e 1 vittoria. Si è imposta in sole 4 occasioni al San Paolo, l’ultima nell’aprile del 2011 con il risultato di 1-2.

Allenatori: Sarri e Delneri si sono avversati 3 volte, tutte a favore del tecnico azzurro il quale ha affrontato l’Udinese in 5 match  con il risultato di 2 vittorie e 3 sconfitte. Delneri invece, in 12 partite contro il Napoli, ha ottenuto 3 vittorie, 2 pareggi e 7 sconfitte.

Non farà piacere ai friulani sapere che nelle ultime 20 giornate di campionato il Napoli ha perso solo una volta (14 V 5 N).

Per quanto riguarda l’Udinese risulta imbattuta da 5 giornate (3 V 2 N), cosa che non succedeva dal maggio 2013, numeri comunque ben diversi da quelli dei partenopei, soprattutto perchè delle ultime 7 gare in trasferta i bianconeri ne hanno vinta solo 1 con 3 perse e 3 nulle, lasciando in 5 di esse le porte avversarie inviolate.

Il Napoli guida la classifica delle reti con 72 gol stagionali e media quindi di 2,32 reti a partita. Ha effettuato 446 tiri totali di cui 252 in porta   (57% di precisione); 43 assist su 114 totali sono risultati vincenti.

L’Udinese con 41 gol ha la media di 1,32 reti a partita. La precisione di tiro (55%) è vicina a quella del Napoli ma ha 182 tiri in meno della squadra partenopea (264 totali di cui 144 in porta). Ha realizzato 71 assist di cui 22 vincenti, d’altronde due dei tre giocatori con più assist in questa stagione di Serie A (9), giocano nel Napoli: Hamsik e Callejon.

L’Udinese è la squadra che ha recuperato meno palloni (1672) mentre il Napoli, che guida la classifica, ne ha recuperati 2130. Anche la media di possesso palla degli azzurri risulta la più alta del campionato con il 62% a fronte della media del 41% dell’Udinese.

Mercato – L’Udinese e il Napoli hanno una lunga tradizione di contrattazioni di mercato andate a buon fine: da Jankulovski, fino a Quagliarella, Inler, Allan, Zielinski, prestiti importanti come Zapata, che hanno portato nell’ultimo decennio nelle tasche della società friulana plusvalenze per oltre 50 milioni di euro…peccato che questi soldi non siano stati subito reinvestiti in maniera equa per trovare i giusti sostituti.

Di Natale – Il grande assente tra gli affari di Udinese e Napoli è sicuramente Totò Di Natale che nel 2007 ha rifiutato un’offerta faraonica del DG partenopeo Pierpaolo Marino (il quale l’aveva portato a Udine) ricevendo un “no grazie” che ha fatto tanto discutere, ma ha fatto discutere ancora di più l’esternazione di qualche giorno fa quando Totò ha dichiarato che non ha mai voluto giocare al Napoli per rispetto di suo fratello. Ma questa è un’altra storia. Una cosa è certa: nella partita al San Paolo Totò è mancato tantissimo e mancherà sempre.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy