Serie A: Il giudice sportivo

Serie A: Il giudice sportivo

Commenta per primo!

Il giudice sportivo della Lega di Serie A, il friulano Gianpaolo Tosel, ha inflitto un turno di squalifica ai centrocampisti di Lazio e Genoa, rispettivamente Danilo Cataldi e Blerim Dzemaili, dopo le gare valide per l’ootava giornata di Serie A. Nessun provvedimento, invece, per il difensore del Sassuolo, Paolo Cannavaro, dopo la segnalazione della procura federale, in merito alla presunta simulazione in occasione del calcio rigore assegnato per il presunto fallo di Lulic. “Acquisite ed esaminate le relative immagini televisive (Infront), di piena garanzia tecnica e documentale”, il giudice sportivo, in una “situazione di incertezza probatoria”, ha deliberato “di non dover adottare alcun provvedimento sanzionatorio in merito alla segnalazione del Procuratore federale circa l’ipotizzabile simulazione ravvisabile nella condotta del calciatore Paolo Cannavaro”. Per quanto riguarda le societa’ ammende per Inter (10.000 euro “per avere suoi sostenitori, prima dell’inizio ed al termine della gara, indirizzato un fascio di luce-laser sugli Ufficiali di gara e su alcuni calciatori della squadra avversaria) e Napoli (5.000 euro “per avere suoi sostenitori, al 46° del primo tempo, lanciato verso un assistente, senza colpirlo, una bottiglietta di plastica semi piena” e altri 2.000 “per avere ingiustificatamente ritardato l’inizio della gara di circa cinque minuti”. Inflitta anche un’ammenda di 10.000 euro al centrocampista del Chievo, Ivan Radovanovic “per avere, al 48° del secondo tempo, indirizzato ai sostenitori della squadra avversaria (Genoa, ndr) gesti provocatori ed insultanti”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy