Udinese: I numeri della crisi

Udinese: I numeri della crisi

I numeri della crisi bianconera: dieci gol subiti in tre gare, diciotto tra dicembre e gennaio dove ha preso solo sei punti. E con l’anno scorso c’è già un passivo di quattro punti

Commenta per primo!

Per descrivere la crisi dell’Udinese bastano i numeri, quelli che nel calcio non mentono mai.

Innanzi tutto la differenza con l‘anno scorso: alla stessa giornata la squadra bianconera allora allenata da Andrea Stramaccioni aveva 28 punti, più quattro rispetto a oggi ed era decima a quattro punti dalla Fiorentina, sesta.
Di Natale aveva segnato 9 reti (oggi una e la sua situazione è tutt’altro che chiara), Thereau alla stessa giornata a di oggi aveva gli stessi gol, ma ora è l’unico goleador della squadra.

Oggi sono dieci i gol subiti nelle ultime tre gare, ma ancora più preoccupante la statistica tra dicembre e gennaio quando la squadra di Colantuono di gol ne ha subiti ben 18 con soli 5 realizzati e ha raccolto solo 6 punti, fondamentale a questo punto visto come si sono messe le cose.

I numeri bianconeri

Nella classifica assist figurano a due Di Natale e Thereau, col francese che ha prodotto 18 occasioni da rete, mentre il secondo è Badu con 9.

La quartultima difesa della serie A, con 35 gol subiti in 21 giornate, il penultimo attacco della massima serie con 19 reti.
Mancano all’appello i difensori, unica squadra quella bianconera a non essere andata a segno con nessuno del reparto arretrato.

I numeri a confronto

Ancora più preoccupante il dato casalingo: 11 i punti conquistati su dieci gare, con la miseria di otto reti segnate davanti al proprio pubblico e sedici subite.

Attenzione ai cartellini: l’Udinese è la quarta peggiore con 55 gialli e 4 rossi che denotano un nervosismo evidente.

Caricamento sondaggio...

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy