Tavian: “La Roma è in difficoltà, ora abbiamo la mentalità giusta per approfittarne”

Tavian: “La Roma è in difficoltà, ora abbiamo la mentalità giusta per approfittarne”

Il noto opinionista di Udinews Tv ci parla della prossima sfida dell’Udinese all’Olimpico

di Redazione

Mister, Ranieri si è detto preoccupato di incontrare l’Udinese.

La sua preoccupazione è giustificata, sette punti in due partite con anche qualcosina da recriminare metterebbero in allarme qualsiasi avversaria. Sabato per noi è un bel banco di prova, ma io sono fiducioso di poter portare a casa almeno parte della posta in palio.

Ci fa un pronostico sul risultato?

Partita dal risultato imprevedibile. Tempo fa avrei dato per (quasi) scontata la vittoria dei giallorossi, ma questo sabato  una Roma in difficoltà affronterà una squadra ritrovata, in grado di mettere in affanno chiunque. Una Roma che con le “piccole” sembra non riesca a trovare la giusta concentrazione – ha lasciato sei punti alla Spal, tre al Bologna – che è in stato d’emergenza difensiva e che sembra non godere internamente della giusta serenità, in questo momento abbiamo le forze e la mentalità giusta per approfittare di tale situazione.

Come ha detto la difesa della Roma è in difficoltà, anche l’Udinese ha ancora qualche problema nel reparto arretrato.

Con Santon e Karsdorp infortunati, Kolarov squalificato e Florenzi reduce dalla lesione al polpaccio, in terza linea è vera emergenza per la Roma. Ci sarà da dare coperture  e gli esterni d’attacco dovranno sacrificarsi, cosa che alla Roma non riesce sempre benissimo.

L’Udinese dovrà fare a meno di Nuytinck e Opoku è alle prese con una botta al ginocchio destro rimediata con l’Empoli. Partiremo probabilmente a quattro con Samir, Ekong, De Maio e Larsen che potrà alzarsi o abbassarsi in base alle esigenze in corso. Poi non dimentichiamo che abbiamo a disposizione anche Wilmot. D’Alessandro non potrà giocare più di qualche minuto visto il problema al soleo che lo ha tenuto finora ai cancelli di partenza.

Note negative?

Nelle ultime tre partite abbiamo avuto solo note positive, tranne per la tegola dell’infortunio di Behrami.

Mandragora ha ritrovato il gol – gol che, oltre ad essere straordinarie staffilate,  ci regalano punti fondamentali –  Un Lasagna ritrovato è come sempre letale quando corre verso la porta. Okaka è impressionante, mi ricorda Zapata per la fisicità ma, a differenza del colombiano, esprime il meglio di sé quando gioca per la squadra. Preso per fare la prima punta, si è scoperto difendere bene il pallone ed essere estremamente veloce, connubio questo che sta dando i suoi frutti.

 

 

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy