Tavian: “L’ora della verità”

Tavian: “L’ora della verità”

Marco Tavian, noto opinionista di Udinews Tv, analizza il penultimo impegno dell’Udinese in vista della salvezza

di Redazione

Marco Tavian, noto opinionista di Udinews Tv, analizza il penultimo impegno dell’Udinese in vista della salvezza:

Mister, quanto pesa la sfida di domani?

La partita di domani sarà risolutiva perché mi aspetto il pareggio del Genoa col Cagliari, del Parma con la Fiorentina e mi gioco l’ennesimo risultato a sorpresa dell’Empoli: i toscani ora credono nella salvezza e giocheranno alla morte, anche se il Torino, a caccia di un posto in Europa, non mollerà così facilmente tutta la posta.

Come vede l’Udinese nella corsa salvezza?

Delle quattro squadre in corsa per la salvezza, l’Udinese è quella che sta meglio. Siamo padroni del nostro destino: a 180 minuti dalla fine, i due punti dalla terzultima sono tantissimi e manca sempre la partita col Cagliari che affronterà l’Udinese non certo all’ultimo sangue. Certo, questi sono calcoli che puoi fare fino all’istante prima di scendere in campo, poi prevale comunque in tutti  –  come è naturale che sia – la voglia di vincere.

La squadra è in un ottimo momento.

A Frosinone la squadra ha vinto e convinto e ha mostrato una grande mentalità. Sono certo che domani faremo una grandissima gara e porteremo a casa i tre punti, spero quindi che non servirà dover a tutti i costi impiegare Fofana, ancora non al top, nell’ultima partita di campionato. Ora è giusto allentare la troppa tensione, superflua perché i giocatori sanno già l’importanza della partita. Guarda l’Atalanta con la Lazio, la pressione eccessiva non ha permesso alla squadra di giocare al loro massimo.

Che formazione prevede utilizzerà Tudor?

Io confermerei gli undici utilizzati col Frosinone. In attacco non toccherei la coppia Osaka-Lasagna. L’assist di Kevin per Okaka è valso più di mille parole. Sono questi i gesti che creano lo spirito di gruppo. Quando con i fatti dimostri che le esigenze della squadra vengono prima del singolo, allora sei un giocatore vero, un leader. A centrocampo le scelte sono obbligate, mentre in difesa abbiamo visto come De Maio si sia dimostrato un acquisto azzeccatissimo, Ekong continua a dimostrare la sua bravura e Samir… be’, Samir ha fatto anche gol!

Che avversaria troveremo domani?

La Spal è un’avversaria di qualità. Giocatori come Murgia, Cionek, Petagna, lo stesso Viviano che ha sostituito egregiamente Meret, individualità d’eccellenza che sono riusciti a creare un gruppo unito, grazie anche al fatto che lavorano insieme da tre o quattro anni. Giocheranno senza pressioni, ma è fondamentale ora non distrarci dal nostro obiettivo.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy